FIRENZE
Oggi 19°31° 
Domani 21°33° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 29 giugno 2016

Cronaca giovedì 11 febbraio 2016 ore 11:51

Banca Etruria, il tribunale dichiara l'insolvenza

Il collegio fallimentare ha dichiarato lo stato di insolvenza della vecchia banca. Respinta l'eccezione di costituzionalità del decreto salva-banche

AREZZO — La dichiarazione dello stato di insolvenza era stata richiesta dal commissario Giuseppe Santoni mentre la richiesta di valutare l'eventuale incostituzionalità del decreto salva-banche del governo Renzi era stata presentata dai legali di Lorenzo Rosi, l'ultimo presidente dell'istituto aretino.

Alla luce del pronunciamento del tribunale fallimentare, il procuratore capo Roberto Rossi potrà valutare se procedere con l'apertura di un fascicolo d'inchiesta per bancarotta fraudolenta nei confronti dei membri dell'ultimo consiglio di amministrazione della vecchia Banca Etruria, formato da Lorenzo Rosi, dal vicepresidente vicario Alfredo Berni, dal vicepresidente Pierluigi Boschi (padre del ministro Maria Elena) e da Alessandro Benocci, Claudia Bugno, Carlo Catanossi, Giovanni Grazzini, Alessandro Liberatori, Luigi Nannipieri, Luciano Nataloni, Anna Maria Nocentini, Andrea Orlandi, Felice Santonastaso, Claudio Salini, Ilaria Tosti.

Nel mirino del procuratore vari elementi: alcune consulenze esterne per 17 milioni di euro, la liquidazione da un milione 100mila euro dell'ex direttore generale Luca Bronchi, i premi aziendali, i fidi concessi ad imprenditori considerati molto vicini proprio a dirigenti. In questo nuovo filone d'inchiesta potrebbe confluire anche l'indagine già aperta per conflitto di interessi nei confronti di Lorenzo Rosi e di Luciano Nataloni.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca