FIRENZE
Oggi 17°29° 
Domani 20°28° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 30 agosto 2016

Cronaca mercoledì 30 dicembre 2015 ore 12:43

Preso a sassate perché gay

Un ragazzo è stato vittima di una tentata aggressione alla stazione. Ad accompagnarlo in caserma per denunciare l'episodio è stato il sindaco

CASTELFIORENTINO — Secondo il racconto della vittima, Christian Cicilano,  scritto sulla propria pagina facebook, un gruppetto di sei ragazzi lo avrebbe prima deriso appena sceso da un treno in arrivo da Siena e successivamente colpito attraverso il lancio di alcuni sassi

"Uno dei ragazzi è sceso sui binari per prendere delle pietre - racconta su Facebook Christian - Beh, quelle pietre ad un certo punto sono volate verso me".

Il ragazzo ha chiamato subito i carabinieri per denunciare l'accaduto.

"Mi posso far scivolare addosso un frocio sbraitato per strada  - prosegue Christian sul suo profilo Facebook - a volte ci rido anche su, ma questi atti offensivi con tanto di violenza.. No! Tolleranza zero".

Ad accompagnare il giovane in caserma è stato il sindaco di Castelfiorentino, Alessio Falorni. 

"Ho voluto far sentire la presenza dell'amministrazione comunale su questa faccenda per due motivi. Il primo è che l'aggressione è a sfondo omofobo: questo ragazzo si è sentito tirare pietre addosso e bollare con epiteti offensivi riferiti alla sua sessualità. Secondo, l'aggressione è avvenuta alla stazione". 

"Gli aggressori - ha concluso il primo cittadino - fanno parte sicuramente di uno di quei gruppetti che frequentano quei luoghi, e che sono alla base della stragrande maggioranza dei problemi legati alla microcriminalità che abbiamo a Castelfiorentino. Come dico a tutti i cittadini, Castelfiorentino non è Scampia, con tutto il rispetto".

Christian sta fortunatamente bene e lancia un appello importante: "Se siete vittime di bullismo verbale o fisico denunciate". 

Raggiunto da ToscanamediaNews Christian ha detto che ci tiene moltissimo a lanciare il seguente messaggio: "La violenza genera violenza. Il coraggio genera speranza. Speranza di vivere in un mondo migliore".

E Christian di coraggio, così come il sindaco Alessio Falorini, prendendo una netta e chiara posizione, ne ha avuto moltissimo e la speranza è che non si debba più tornare a scrivere di episodi di questo genere. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità