Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 21 settembre 2019

Cronaca martedì 01 agosto 2017 ore 11:15

Ventisette campeggi abusivi sulle spiagge

Un gruppo interforze ha smantellato le numerose sistemazioni illecite tra Lillatro e Pietrabianca. A segnalarle erano stati i cittadini



ROSIGNANO M.MO — Sono 27 le situazioni di campeggio abusivo accertate sulle spiagge tra Lillatro e Pietrabianca. L'operazione si è svolta nella mattinata di domenica 30 luglio, è stata condotta dalla polizia municipale di Rosignano Marittimo con il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Rosignano Solvay, la Stazione dei Carabinieri di Rosignano Solvay, la Guardia di Finanza di Castiglioncello e la Capitaneria di Porto di Vada. 

Nelle prime ore del mattino di domenica è stato predisposto un controllo mirato all’accertamento di situazioni di campeggio abusivo sulle spiagge dalla località Pietrabianca fino al Lillatro. A seguito infatti delle segnalazioni dei cittadini e dei numerosi esposti pervenuti all’amministrazione comunale di Rosignano, la municipale ha richiesto un controllo mirato, che è stato concordato nel corso del tavolo tecnico interforze convocato il 17 luglio dal Dirigente del Commissariato di Polizia di Rosignano Solvay.

Alle 7,30, hanno spiegato dalla municipale, il personale del gruppo interforze ha effettuato controlli a sorpresa lungo le spiagge del litorale di Rosignano. Tra Pietrabianca e Lillatro hanno trovato veri e propri accampamenti con tende, materassi e barbecue portatili, allestiti per cene e pernottamenti in spiaggia. 

Queste attività sono espressamente vietate dal Regolamento comunale del Demanio Marittimo, che all’articolo 34 detta una serie di prescrizioni sull’uso delle spiagge. Tra queste è stabilito che è vietato campeggiare, accendere fuochi, anche se confinati in bracieri e simili contenitori, nonché lasciare nelle aree libere dalle 20 alle 8 del mattino ombrelloni, sedie a sdraio, tende e altre attrezzature. La violazione comporta il pagamento di una sanzione amministrativa di 200 euro.

Il gruppo interforze ha quindi accertato 27 violazioni amministrative a carico di altrettanti cittadini stranieri (peruviani, ecuadoregni, rumeni, moldavi, albanesi, belgi) e italiani, tutti residenti sul territorio italiano. Ha anche sequestrato una tenda rinvenuta sulla spiaggia. Inoltre la Guardia di Finanza ha effettuato un sequestro penale di un centinaio di occhiali con marchio contraffatto.

Nelle prossime settimane proseguiranno le attività di controllo congiunto tra le forze di polizia presenti sul territorio, la municipale e la Capitaneria di Porto, su varie zone e diverse situazioni del territorio comunale, per prevenire una serie di situazioni di abusivismo che si intensificano in modo consistente nel corso dell’estate.

“Lo scopo principale che ci siamo dati in occasione delle riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica è contrastare i fenomeni di illegalità – ha detto la comandante della municipale di Rosignano Dalida Cosimi - mettendo in campo una sinergia tra le varie forze di polizia, dove si ritiene necessaria, e soprattutto cercare di infondere sicurezza e tranquillità ai cittadini” .     



Tag

Recco, operatore del 118 aiuta donna a partorire in casa: la nascita del bambino in diretta telefonica

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità