Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 17 novembre 2018

Economia martedì 22 settembre 2015 ore 18:16

ChiantiBanca incorpora Banca di Pistoia

Il progetto di fusione è stato approvato dai due cda. Avviato l'iter autorizzativo alla Banca di Italia. Poi toccherà alle assemblee dei soci



SAN CASCIANO VAL DI PESA — "L’aggregazione fra i due istituti di credito - si legge in una nota di ChiantiBanca - prevede un progetto industriale ad elevata valenza strategica grazie alla complementarietà delle banche coinvolte. La banca risultante dalla fusione sarà in assoluto tra le maggiori in ambito regionale e tra le prime cinque banche di credito cooperativo a livello nazionale".

"Allargare i propri confini significa infatti conseguire la solidità necessaria ad operare nel credito, offrendo sostegno alle famiglie, alle imprese, alle associazioni del territorio - prosegue la nota - Muovendosi in tale direzione, la “nuova” ChiantiBanca sarà in grado di investire nello sviluppo delle economie locali dei territori di riferimento con maggior forza. In questo scenario, la banca potrà contare su una dotazione patrimoniale di oltre 270 milioni di euro ed operare nelle province di Siena, Firenze, Arezzo, Pistoia, Prato e Pisa con una rete di oltre 40 filiali distribuita in 23 comuni della Toscana".

Con una base di 85.000 clienti e oltre 20.000 soci, la raccolta complessiva stimata da ChiantiBanca ammonta a circa 3 miliardi di euro e gli impieghi alla clientela ad oltre 2,2 miliardi di euro. 

Il piano Industriale di fusione prevede anche investimenti in tecnologia, ammodernamento delle filiali per oltre 8 milioni di euro nel periodo 2016 – 2018 e, per i soci, un pacchetto di vantaggi concreti ed esclusivi cui si affianca ChiantiMutua, una realtà già solida che offre accesso agevolato ai servizi socio-sanitari a 7000 soci.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca