Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 giugno 2019

Attualità venerdì 25 settembre 2015 ore 15:03

Cittadini e rifugiati insieme puliscono il Serchio

Un lavoro importante e un gesto simbolico per Puliamo il mondo di Legambiente. Tanti bambini insieme ai rifugiati hanno ripulito le sponde del fiume



LUCCA — L'integrazione parte anche da qui: pulire tutti assieme il luogo dove si vive.  E bambini e rifugiati che hanno richiesto asilo, gomito a gomito a guardarsi negli occhi, parlare e conoscersi. E' quello che è accaduto lungo il parco fluviale del Serchio a Lucca: 164 bambini e sette classi di elementari e medie e una sessantina di ragazzi africani che hanno richiesto asilo, arrivati dalla Nigeria e dalla Somalia, dal Senegal o dallo Zambia, arrivati in qualche caso da appena due mesi e che insieme hanno partecipato all'ìniziativa "Puliamo il mondo" di Legambiente. Insieme a loro anche l'assessore regionale alla Presidenza Vittorio Bugli e il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini.

"Ed è davvero un bel modello" sottolinea Vittorio Bugli, che da prima l'estate si sta occupando dei rifugiati accolti in Toscana, già più di cinquemila seicento dall'anno scorso.

Questi progetti in cui i rifugiati si prendono cura, volontariamente, di piazze, vie e giardini, dipingono le pareti di una scuola e tengono in ordine e aperto uno spazio pubblico secondo l'assessore regionale sono da premiare. "Non da soli – sottolinea l'assessore Bugli -, perché altrimenti rischieremmo di farne solo manovalanza, ma assieme ai toscani".

Un percorso, spiega l'amministrazione comunale, che proseguirà: almeno per un anno. Quella di stamani era infatti solo un'anteprima e sono già sei i progetti pronti a partire dalla prossima settimana. 

Cinquantaquattro dei 126 rifugiati accolti a Lucca hanno già dato la loro adesione volontaria. Assieme a cittadini di altre associazioni, con le parrocchie, la Uisp o gruppi spontanei, si prenderanno ad esempio del tratto lucchese della via Francigena, lungo alcuni chilometri, oppure puliranno giardini e strade di piccole frazioni, come a San Cassiano e Santissima Annunziata. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Cronaca