Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°17° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 19 ottobre 2019

Cronaca mercoledì 04 febbraio 2015 ore 12:01

Due condanne per la morte di Claudiu

Claudiu Romi Aioanei - foto lanazione.it

Un dirigente comunale e un tecnico della Provincia sono stati condannati per omicidio colposo per la morte del giovane che precipitò da un ponte



EMPOLI — Il dramma avvenne nel 2010. La vittima si chiamava Claudiu Romi Aioanei e aveva 18 anni. Il ragazzo perse l'equilibrio e cadde da una spalletta del ponte sul rio Mosca, facendo un volo di 6 metri. Morì dopo 5 giorni di agonia all'ospedale di Careggi.

I giudici hanno ritenuto che la spalletta fosse troppo bassa e insicura per i pedoni. 

Le due persone condannate per omicidio colposo a quattro mesi di carcere sono Paolo Gini, dirigente del Comune di Empoli, e Paolo Collodei, tecnico dell'amministrazione provinciale di Firenze. Assolto invece un collega di quest'ultimo, Giuseppe Panarello.



Tag

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca