Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°11° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 18 ottobre 2019

Cronaca venerdì 18 gennaio 2019 ore 11:08

Morto mentre aveva mani e piedi legati

Il 31enne tunisino continuava a dare in escandescenze e a scalciare, per questo era stato immobilizzato da poliziotti e sanitari, ora ascoltati dal pm



EMPOLI — Emergono nuovi elementi sulle indagini che il pm Christine Von Borries sta conducendo sulla morte di un 31enne tunisino in via del Papa, avvenuta ieri, mentre agenti della squadra Volanti e i sanitari del 118 stavano cercando di calmarlo. Il giovane, infatti, aveva dato in escandescenze dopo che il gestore di un money transfer si era rifiutato di effettuare una operazione richiesta dal giovane. A chiamare le forze dell'ordine era stato il gestore del negozio.

Da quando si apprende il 31enne sarebbe stato colto da malore - l'autopsia dovrà stabilirlo con esattezza - mentre era immobilizzato con le manette ai polsi e un cordino attorno alle caviglie. Questo perché l'uomo era esagitato e continuava a scalciare.

Il magistrato sta ascoltando in queste ore gli agenti della Volante intervenuti e, molto probabilmente, proseguirà con i sanitari del 118, come informati sui fatti. Si cerca di capire se siano state svolte correttamente tutte le procedure in casi come questi. 

Gli accertamenti sono svolti dalla squadra mobile della questura di Firenze mentre ieri il luoghi teatro della tragedia sono stati "cristallizzati" dalla polizia scientifica.



Tag

Berlusconi: «Non volevo, ma sarò in piazza Lega contro il carcere per gli evasori»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità