Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 05 dicembre 2019

Attualità martedì 23 dicembre 2014 ore 07:00

Finanziaria, via libera in consiglio regionale

Servizio di Francesco Sangermano

Il testo approvato a maggioranza in nottata dopo un lungo dibattito e la "mediazione" con Fdi che aveva annunciato 11mila emendamenti



FIRENZE — Tra le misure contenute nel documento finanziario, l'esenzione dal pagamento per tre anni della tassa automobilistica a favore di veicoli per trasporto merci su cui viene installato un sistema di alimentazione a gpl o metano, una maggiorazione di 0,3 punti percentuali dell' Irap per gli esercizi pubblici, commerciali o circoli privati in cui siano presenti apparecchi da gioco ed una riduzione di 0,5 punti percentuali per chi decide di rimuoverli. 

A questo si aggiunge infine una riorganizzazione del personale, in particolare con la riduzione dei dirigenti, per fare fronte ai 444 milioni di euro di tagli dal livello nazionale.

L'assemblea, come detto, si è espressa a maggioranza con il voto contrario delle forze di opposizione.

Numerosi gli emendamenti approvati e tra questi anche alcuni provenienti dai consiglieri del gruppo Fdi che, viste accolte alcune delle loro richieste, hanno deciso di ritirare gran parte degli 11 mila emendamenti annunciati. Approvate anche alcune risoluzioni e ordini del giorno collegati. 

Nella manovra regionale viene definita una diversa articolazione temporale degli interventi ed una rimodulazione della copertura finanziaria per la rete viaria locale (29,5 milioni), tra cui 15 milioni per la tangenziale di Lucca, e 9 milioni per variante Sr 65 tra Scarperia e San Piero, che interessa l'area della Villa medicea di Cafaggiolo. Sul fronte ferroviario vengono destinati 200 milioni a Rfi per la tratta Pistoia-Montecatini. All'Autorità portuale di Livorno sono invece destinati 170 milioni per la realizzazione della Darsena Europa. 

Tra gli interventi sul tema scolastico è previsto un sostegno economico alle famiglie per la frequenza di scuole dell'infanzia paritarie, degli enti locali e private, con un intervento gestito dai comuni. Risultano presenti in Toscana circa 450 scuole dell'infanzia paritarie, private e degli enti locali, che sono frequentate da circa 26.500 bambini. L'intervento si affianca al Progetto Pegaso. L'importo massimo di spesa previsto per l'anno 2015 diventa pari 2 milioni di euro.



Tag

Bazzano, custode di una villa spara ai ladri dalla finestra: uno muore e l'altro fugge

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità