FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 03 dicembre 2016

Lavoro martedì 16 febbraio 2016 ore 19:09

Il lavoro 'fisso' non è più un miraggio

Nei primi 11 mesi del 2015 le assunzioni a tempo indeterminato in Toscana sono aumentate del 34%, 6.800 lavoratori in più rispetto al 2014

FIRENZE — I dati fanno parte dell'ultimo Focus Ires Cgil sulla Toscana. 

Grazie soprattutto al nuovo contratto a tutele crescent,  nei primi undici mesi del 2015 sono stati 108.398 gli avviamenti a tempo indeterminato (+34,9% sul 2014); crescono però anche le cessazioni di rapporti di lavoro sempre a tempo indeterminato anche se il saldo finale resta positivo: 6.831 persone assunte in pianta stabile. 

Le trasformazioni di contratti da tempo determinato a tempo indeterminato sono state 32.722: il 22,4% in più del 2014ma meno delle 34.285 del 2013. 

Gli avviamenti totali, escluse l'agricoltura e il lavoro domestico, sono cresciute l'anno scorso del 6,2 per cento rispetto all'anno precedente.

Per quanto riguarda i voucher, sfiorano  gli 8 milioni, con un aumento del 78 per cento che è superiore di 12 punti alla media nazionale. 

Secondo i dati Prometeia le ore lavorate sono diminuite del 6 per cento rispetto agli anni precrisi ma con uno stock di occupati che si avvicina a quello del 2008.

 "Ciò significa che la qualità del lavoro è peggiore" sottolinea la Cgil. 

Per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali, il monte ore è diminuito del 16,3 per centro per la cassa integrazione l'ordinaria e del 46,3 per cento quella straordinaria.

DANIELE QUIRICONI SU RAPPORTO ECONOMICO TOSCANO - dichiarazione
Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Politica

Cronaca