Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 18 luglio 2019

Attualità lunedì 16 maggio 2016 ore 18:10

Cinquecento ciclisti conquistano l'autostrada

Foto twitter Giro d'Italia

Più del doppio dei partecipanti previsti per 'Un Giro in A1 Panoramica', la tappa speciale non agonistica del Giro d'Italia in A1



FIRENZE — Una scena decisamente insolita quella vista sul vecchio tracciato dell'autostrada del sole: cinquecento ciclisti impegnati a pedalare nel tratto che corre dall'area di servizio Aglio ovest al casello di Pian del Voglio. Andata e ritorno. 

Una novità assoluta visto che è la prima volta della pedalata non agonistica a velocità controllata di circa 36 chilometri orari. Il tratto è stato chiuso per l'occasione e i tabelloni elettronici riportavano il nome della speciale tappa del Giro d'Italia: 'Un giro in A1 panoramica'. 

"L'iniziativa punta a valorizzare la "Panoramica", il vecchio tracciato dell'A1 che non deve essere abbandonato a se stesso , dopo l'inaugurazione della Variante di Valico, ed esalta la bellezza delle terre del Mugello", ha detto il viceministro delle Infrastrutture e dei trasporti Riccardo Nencini, appassionato ciclista e nipote di Gastone Nencini, vincitore del Giro d'Italia nel 1957 e del Tour de France nel 1960, presente oggi alla partenza.

Tra i presenti all'iniziativa anche Paolo Gandolfi, coordinatore dell'Intergruppo parlamentare mobilità ciclistica, il sindaco di Barberino del Mugello Giampiero Mongatti, e una serie di protagonisti della storia del ciclismo tra i quali Stefano Allocchio, starter ufficiale del Giro, Guido Bontempi, Igor Astarloa, campione del mondo nel 2003, Marco Velo, quattro volte campione italiano a crono e Gianni Motta, vincitore del Giro d'Italia nel 1966. Ad attendere i ciclisti all'arrivo un testimonial d'eccezione della sicurezza stradale, Giancarlo Antognoni, centrocampista della Nazionale italiana che fu campione del mondo nel 1982.

Alla fine della gara, un premio anche per gli "eroi della sicurezza", cioè gli uomini in divisa della polizia stradale e addetti alla viabilità di Autostrade per l'Italia che hanno contribuito a salvare vite umane.



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Cronaca