Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°27° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 giugno 2019

Attualità giovedì 03 gennaio 2019 ore 12:10

Cinghiali, gli agricoltori sul piede di guerra

Dura presa di posizione di Coldiretti dopo l'incidente mortale provocato da un branco di cinghiali in A1 a Lodi. "In Toscana danni per dieci milioni"



FIRENZE — L'incidente avvenuto la scorsa notte sull'autostrada A1 tra Lodi e Casalpusterlengo, nel quale una persona è morta e altre dieci sono rimaste ferite, è stata la goccia che ha fatto traboccare, di nuovo, il vaso della protesta contro la proliferazione dei cinghiali e degli animali selvatici. A provocare il tamponamento, infatti, è stato un branco di cinghiali che ha attraversato la carreggiata. 

A prendere posizione è di nuovo Coldiretti Toscana che in una nota spiega, per voce del presidente Fabrizio Filippi, che "solo in Toscana si stimano 250-280mila cinghiali con danni per il settore agricolo che superano i 10 milioni di euro”. 

Il problema, oltre alle strade, sono i campi coltivati difficili da controllare a fronte di un numero di cinghiali che, ha poi detto Filippi, nell'ultimo decennio "è praticamente raddoppiato"

“Non è quindi più solo una questione di risarcimenti ma è diventato – ha poi aggiunto Antonio De Concilio, direttore di Coldiretti Toscana – un fatto di sicurezza delle persone che va affrontato con decisione. Ora non ci sono più alibi per intervenire in modo concertato tra Ministeri e Regioni ed avviare un piano di abbattimento straordinario senza intralci amministrativi”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca