Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°20° 
Domani 10°18° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 16 ottobre 2019

Attualità martedì 02 maggio 2017 ore 18:39

Eutanasia, pm chiede l'archiviazione per Cappato

Marco Cappato

Il tesoriere della fondazione Coscioni si era autodenunciato per aiuto al suicidio di dj Fabo. Poi il caso del toscano Davide Trentini



FIRENZE — Sarà il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Milano a decidere per l'archiviazione ma la presa di posizione della pm Tiziana Siciliano segna una svolta nella storia del fine vita in Italia. La pm ha chiesto il proscioglimento per Marco Cappato, il tesoriere della fondazione Luca Coscioni che il 27 febbraio scorso aveva accompagnato dj Fabo in una clinica svizzera per il suicidio assistito e poi si è autodenunciato. 

"Le pratiche di suicidio assistito non costituiscono una violazione del diritto alla vita quando siano connesse a situazioni oggettivamente valutabili di malattia terminale o gravida di sofferenze o ritenuta intollerabile e/o indegna dal malato stesso" ha spiegato la pm per motivare la sua richiesta di archiviazione.

Marco Cappato insieme a Mina Welby è indagato anche dalla procura di Massa per il suicidio assistito di Davide Trentini, malato di sclerosi multipla. Davide è morto in Svizzera a 53 anni il 13 aprile scorso. Soffriva atrocemente da più di vent'anni. Ad accompagnarlo nella clinica è stata Mina Welby.



Tag

Zingaretti: "Da manovra pacchetto risorse per Italia più giusta"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca