Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 10 dicembre 2019

Cronaca venerdì 31 maggio 2019 ore 16:00

Il maltempo distrugge mille quintali di ciliegie

E' allarme per frutta e verdura in Toscana dopo il clima degli ultimi mesi. Le piogge hanno impedito anche i trapianti di pomodori, meloni e angurie



FIRENZE — Sono mille i quintali di ciliegie andate distrutte con le piogge degli ultimi tempi e le temperature non propriamente primaverili. Questo è il frutto che più di ogni altro in Toscana ha risentito del maltempo. La ciliegia è una delle colture più diffuse nella nostra regione. La varietà precoce, quella cioè che matura proprio in questo periodo, è stata fortemente danneggiata.

"Le piogge hanno colpito i frutti staccandoli dalla pianta: abbiamo perso qualcosa come circa mille quintali di ciliegie. L'annata della varietà precoce è ormai compromessa", denuncia Antonio Tonioni, presidente della sezione Ortofrutta di Confagricoltura Toscana.

Ma è stato anche impossibile trapiantare pomodori, meloni e angurie. Nei campi allagati, impossibile fare anche i necessari trattamenti antiparassitari. Le cose non vanno meglio sul fronte delle colture già avviate. "L'eccessiva umidità di questo periodo ha fatto prolificare gli afidi, che attaccano i germogli, e le malattie fungine, che macchiano il prodotto causano una perdita del suo valore sul mercato", conlcude Tonioni.

Per quanto riguarda la viticultura, anche qui c'è preoccupazione: "In tutta la Toscana si registra un ritardo di circa tre settimane nello sviluppo delle infiorescenze delle viti. Ancora è presto per fare previsioni sulla prossima vendemmia, ma di certo viviamo un momento di grande difficoltà" precisa Francesco Colpizzi, presidente della sezione Vitivinicoltura di Confagricoltura Toscana.




Tag

Arrestato Rosario Greco, il pirata della strada che ha ucciso un bimbo e ferito l'altro

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità