Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -2°4° 
Domani -5°5° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 18 dicembre 2018

Cronaca mercoledì 05 luglio 2017 ore 22:42

In Toscana triplicati gli incendi di bosco

Dal primo gennaio al 30 giugno si sono verificati 303 incendi, il triplo rispetto agli ultimi anni. Percorsi dal fuoco 350 ettari di vegetazione



FIRENZE — La Toscana è la regione più ricca di bosco d'Italia, il polmone verde della penisola. Ma mai come quest'anno il patrimonio rappresentato da pinete, boschi e vegetazione varia è messo a repentaglio dagli incendi.

E' stato domato e risulta sotto controllo il rogo che domenica scorsa è scoppiato a Castiglione della Pescaia, in località Staffo, mandando in fumo una superficie boscata di 155 ettari. L'incendio è ancora sotto l'osservazione e il controllo continuo del personale a terra e di un elicottero regionale che è in sosta e pronto a intervenire in caso di ripresa delle fiamme.

"Un incendio importante - ha sottolineato Marco Remaschi, assessore ad agricoltura e foreste della Regione Toscana - Basti pensare che da solo ha bruciato poco meno della metà della superficie totale interessata da incendi nei primi sei mesi di quest'anno: 155 ettari contro 348. L'incendio non ha avuto conseguenze ancora più gravi per il tempestivo intervento dell'organizzazione regionale antincendi boschivi, che ha messo in campo gli uomini e i mezzi per domare il fuoco, con il supporto anche dei Canadair nazionali".

"Sappiamo che il periodo dal 1 luglio fino al 31 agosto è quello a più elevato rischio di incendio - ha aggiunto Remaschi - anticipato quest'anno al 10 giugno per l'emergenza siccità. In questi due mesi vige il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali. Invito i cittadini alla massima attenzione, perché la maggioranza degli incendi boschivi è causata dall'uomo, per comportamenti superficiali o dolosi. E in caso di avvistamento di incendio, invito a segnalarlo tempestivamente telefonando al numero verde della sala operativa regionale, 800425425, o al 115 dei Vigili del fuoco."

Dal 1 gennaio al 30 giugno si sono verificati in Toscana 303 incendi, quasi il triplo di quanto registrato negli ultimi anni, con 348 ettari di superficie boscata percorsa dal fuoco, contro i 113 ettari dello stesso semestre del 2016, ed una media di 1,15 ettari ad evento, identica a quella del 2016. Quest'ultimo dato dimostra che a fronte di un aumento considerevole degli incendi l'organizzazione regionale è riuscita, grazie a interventi tempestivi, a mantenere la stessa media ad evento.

Nei primi cinque giorni di luglio sono stati chiusi 16 incendi per un totale di 7,94 ettari di superficie boscata e 11 superficie non boscata.

Tre incendi boschivi sono ancora in fase di bonifica o controllo:

- Castiglione della Pescaia, località Staffo, 155 ettari di bosco

- Volterra, 10 ettari di bosco e 90 ettari non boscati

Castiglion Fiorentino, località Mammi, 5 luglio, 2 ettari di vegetazione

A causa del lungo periodo di siccità, il divieto assoluto di accendere fuochi in Toscana è stato anticipato al 10 giugno (rispetto alla data stabilita del 1 luglio). In questo periodo ad alto rischio di incendi è vietata ogni forma di abbruciamento dei residui vegetali agricoli e forestali; non sussistono più neppure le deroghe per i castagneti da frutto e quelle legate a determinate fasce orarie o a precise distanze dalle aree forestali. Il divieto rimarrà in vigore fino al 31 agosto e quindi per tutto il periodo di massima allerta. Si tratta di una previsione normativa particolarmente incisiva poiché la Toscana è una Regione dove più della metà dei comuni, 157 su 278, è inserito nella classe di rischio elevato per lo sviluppo di incendi boschivi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità