Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°27° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 giugno 2019

Attualità lunedì 27 febbraio 2017 ore 14:14

Ricerca e industria 4.0 si sposano in Toscana

Siglato in apertura della due giorni 'Toscana Tech' un protocollo d'intesa tra Regione, Irpet e 14 università per lo sviluppo delle nuove tecnologie



FIRENZE — La competitività passa per lo sviluppo dell'industria e delle nuove tecnologie. Questo il senso del protocollo siglato nell'auditorium di Villa Vittoria, al Palacongressi di Firenze, dove si è aperta la prima edizione di 'Toscana Tech', la manifestazione della Regione Toscana dedicata allo sviluppo delle imprese e al confronto tra aziende e ricercatori. 

"In Toscana - ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi - non intendiamo essere competitivi riducendo il costo del lavoro, ma vogliamo esserlo attraverso il valore aggiunto prodotto dall'innovazione. È questo il senso del protocollo d'intesa che abbiamo sottoscritto stamani. Vogliamo mettere in connessione il mondo della ricerca con le imprese. La Regione si pone come facilitatore di questo rapporto e stamani abbiamo preso l'impegno di fare in modo che l'industria toscana sia sempre più competitiva".

La Regione Toscana, ha spiegato Rossi, ha finanziato il programma attraverso il quale alcuni giovani ricercatori si sono recati nelle piccole e medie imprese toscane per spiegare loro come accedere ai fondi europei.  Un operato, quello della Toscana, nei confronti del quale ha espresso soddisfazione la commissaria europea per le politiche regionali, Corina Cretu, presente alla tavola rotonda dedicata alla modernizzazione industriale attraverso le politiche europee, nazionali e regionali. 

"Ho visitato - ha detto Cretu - le Regioni del sud Italia che hanno numerosi problemi nell'utilizzo dei fondi europei e sono felice di essere oggi in Toscana che è un buon alunno dell'Unione europea, perché svolge bene il suo compito. Ho apprezzato il collegamento fatto da Rossi tra innovazione e questione sociale perché ritengo importante non dimenticare alcuno, non lasciare indietro nessuno, né i giovani né le persone più vulnerabili. È "solidarietà" la parola chiave in questo sessantesimo anniversario del Trattato di Roma".

Servizio di Dario Pagli


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Cronaca

Attualità