Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865
FIRENZE
Oggi 19°29° 
Domani 19°32° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 26 giugno 2017

Attualità venerdì 05 agosto 2016 ore 14:20

Virus zika, appello alla prevenzione

La Asl raccomanda prudenza a chi andrà in Brasile per le Olimpiadi. I primi casi in Italia diagnosticati in Toscana nel 2014

FIRENZE — Prendere tutte le misure di prevenzione individuale soprattutto dall'alba al tramonto per evitare le punture di zanzara. Il consiglio arriva dagli operatori dei Centri Medicina dei Viaggi dell’Asl Toscana centro ed è rivolto soprattutto a chi è diretto in Brasile in occasione delle Olimpiadi di Rio, in programma da oggi al 18 settembre. 

Questo il sito da consultare per chi è diretto nelle zone dove il virus è stato segnalato: http://ecdc.europa.eu/en/healthtopics/zika_virus_infection/zika-outbreak/Pages/Zika-countries-with-transmission.aspx

In ogni caso il consiglio è quello di rimandare i viaggi non indispensabili per le donne in gravidanza oppure che stanno cercando una gravidanza, per i viaggiatori con disturbi del sistema immunitario o con gravi problemi di salute e per i viaggiatori accompagnati da bambini piccoli. Le donne in gravidanza, spiega ancora la Asl, che hanno viaggiato in aree in cui è stata riportata trasmissione locale del virus Zika, devono dar notizia del loro viaggio durante le visite prenatali al fine di essere valutate e monitorate in modo appropriato.

Una volta rientrati, i viaggiatori che lamentano sintomi compatibili con la malattia da zika virus entro le tre settimane dal ritorno da aree in cui è stata riportata trasmissione locale del virus, sono invitati a contattare il proprio medico.

Raccomandazione anche per gli uomini di ritorno da un viaggio nelle aree colpite ad adottare pratiche sessuali sicure per evitare il rischio di ulteriore trasmissione per almeno 8 settimane dopo il ritorno anche in assenza di sintomi clinici. In presenza di sintomi, invece, i mesi il lasso di tempo è di 6 mesi.  Se una coppia sta programmando una gravidanza, dovrebbe attendere almeno 8 settimane prima di cercare di concepire, se nessuno dei due partner mostra sintomi di infezione da virus Zika, o 6 mesi se uno od entrambi i partner della coppia sono sintomatici.

Per i donatori di sangue che sono stati nelle zone in cui si sono registrati casi di infezione, la raccomandazione è di sospendere la donazione per 28 giorni dal ritorno. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Politica