Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°25° 
Domani 25° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 19 ottobre 2018

Cronaca domenica 24 aprile 2016 ore 14:25

Allagamenti e frane, evacuate due famiglie

I problemi maggiori legati al maltempo si sono avuti nelle zone dell'Empolese-Valdelsa e in quelle del Cuoio e della Valdera. Frana una collina



FIRENZE — Le forti piogge della notte hanno provocato a San Miniato, in località Balconevisi, lo smottamento di una collina che ha interessato la parte posteriore di alcune abitazioni in piazza della Liberazione.

Le due famiglie sono state evacuate dai vigili del fuoco. L'evacuazione ha coinvolto in totale sette persone che hanno trovato sistemazione dai parenti che abitano in zona.

Ma allagamenti di strade, sottopassi invasi dalle acque, scantinati ed edifici industriali allagati, smottamenti e caduta di alberi, in tutto il comprensorio del Cuoio e della Valdera, nel fiorentino e nell'empolese.

Nel fiorentino è stata anche aperta la sala di piena del Genio civile dopo che il fiume Elsa, a Ponte a Elsa, ha superato il primo livello di guardia.

A Castelfiorentino per allagamenti, tra cui anche alla chiesa di Santa Verdiana, centralino intasato per i vigli del fuoco.

Molte le chiamate da Certaldo dove è stato temporaneamente chiuso un sottopasso, e a Gambassi Terme dove per alcune ore è stata vietata al traffico la strada Volterrana. 

Le strade adesso sono tornate tutte percorribili grazie all'impegno dei vigili del fuoco e di 50 volontari, oltre agli operatori di polizia municipale e protezione civile. 

A Barberino Val d'Elsa e Montaione interventi anche per alberi pericolanti.

Nel Pisano gli interventi hanno riguardato in particolare i comuni di Palaia, Peccioli, Castelfranco, Pontedera, Montopoli in val d'Arno. 

A causa delle intense precipitazioni nel comprensorio del Cuoio e in Valdera i torrenti in piena hanno provocando smottamenti e allagamenti. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità