Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 15 novembre 2019

Politica giovedì 31 marzo 2016 ore 14:15

Scontrini di Renzi, il Comune paga le spese al M5S

Lo ha deciso il Tar Toscana. I gruppi in Parlamento del Movimento: "Adesso il Comune dovrà consegnarci gli scontrini delle spese di Renzi da sindaco"



FIRENZE — Due consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle a suo tempo impugnarono davanti al Tar la decisione della giunta comunale di Firenze di non consegnare il materiale relativo alle spese sostenute da Matteo Renzi negli anni in cui era sindaco. La motivazione di Palazzo Vecchio fu che la Corte dei Conti aveva aperto un'inchiesta sulla vicenda poi terminata con un'archiviazione.

La sentenza del Tar sul ricorso dei consiglieri pentastellati è arrivata ieri.

"Il Tar di Firenze, con una sentenza articolata, ha dato ragione al Movimento 5 Stelle - hanno spiegato i parlamentari M5S - il Comune deve consegnare al M5S gli scontrini e le ricevute delle spese di Matteo Renzi risalenti al tempo in cui era sindaco". 

'L'accesso dei consiglieri comunali - si legge nella sentenza - e' strumento di controllo e verifica del comportamento dell'amministrazione, in funzione di tutela di interessi non individuali ma generali e costituisce espressione del principio democratico dell'autonomia locale e della rappresentanza esponenziale della collettivita'". 

"Anche per questa ragione - proseguono deputati e senatori - il Comune di Firenze e' stato condannato al pagamento delle spese legali nei confronti di due consiglieri comunali del M5S che hanno fatto richiesta di accesso agli atti. Ora non ci sono proprio piu' scuse e il sindaco Nardella, piuttosto che difendere il suo capo Renzi, rispetti i cittadini italiani che vogliono sapere come Renzi ha speso i fondi pubblici, cioe' i soldi di noi tutti".

"Avevamo portato in tribunale il Comune di Firenze perche' il Sindaco Nardella si rifiutava di consegnarci gli scontrini, le ricevute e i rimborsi delle spese di Matteo Renzi, risalenti a quando era Sindaco - ha dichiarato il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio - Si tratta di ricevute e scontrini che coinvolgerebbero Renzi in uno scandalo cosi' grande che Fiorito Er Batman sembrerebbe un santo. Ieri abbiamo vinto il ricorso - e il Sindaco e' stato condannato anche a pagare le spese legali - quindi ora non ci sono piu' scuse: il Comune di Firenze dovra' tirare fuori gli scontrini di Renzi. Ma a questo punto perche' Renzi, se non ha nulla da nascondere, non li pubblica direttamente lui?".

"Presidente Matteo Renzi - ha concluso su Twitter il depurato M5S Alessandro Di Battista - mentre lei e' in Usa il Tar ci ha dato ragione sui suoi scontrini. Lei ha speso 600mila euro di soldi nostri. Ci dica come!".



Tag

Il Vesuvio dall'alto, bellezza e vergogna: 30mila abusi edilizi nel parco nazionale

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Lavoro