Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 08 dicembre 2019

Attualità mercoledì 30 gennaio 2019 ore 14:59

Specie protette, al contrabbando piace la Toscana

Servizio di Dario Pagli

Nel 2018 i quattro nuclei specializzati dei carabinieri Cites hanno controllato oltre 700 animali selvatici e sanzionato illeciti per 100mila euro



FIRENZE — Nel 2018 i quattro nuclei toscani di Firenze, Pisa, Livorno e Arezzo del Cites, il servizio che controlla la commercializzazione delle specie protette e certifica i prodotti messi in commercio, ha controllato 717 esemplari tra animali vivi e parti derivate come pelli e avorio e avviato otto procedimenti penali e ha rilasciato alle aziende del lusso oltre 27mila certificazioni di ri esportazione dei prodotti derivati. Secondo l'Intepol il traffico di specie selvatiche vale 23 miliardi di dollari all'anno e un quarto dei 70 miliardi di euro all'anno derivanti dal commercio internazionale di risorse animali e vegetali. 

I dati sono stati illustrati a Firenze durante la presentazione del calendario Cites, dedicato alla cooperazione internazionale contro il traffico di specie selvatiche.

Sempre dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018 i carabinieri di tutela forestale in Toscana hanno effettuato 46.672 controlli, perseguito 925 reati e 4.022 illeciti amministrativi e denunciato 735 persone. Controllo del territorio, delle aree protette, della sicurezza agroalimentare e dell'inquinamento i principali ambiti di intervento. Nel 2018 sono stati perseguiti tra gli altri 270 reati in materia di discariche non in regola e accertati 396 illeciti sul fronte della caccia.



Tag

Manovra, Boschi: «Lavoreremo per eliminare del tutto sugar tax»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità