Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 16 ottobre 2019

Attualità sabato 24 marzo 2018 ore 16:27

Studenti Usa in marcia contro Trump e le armi

Folla in piazza San Lorenzo in contemporanea con la manifestazione di Washington dopo la strage di San Valentino in Florida



FIRENZE — Gli studenti americani dicono no alle armi e rispondono al presidente degli Stati Uniti Donald Trump che, dopo la strage di San Valentino alla Marjory Stoneman Douglas high school di Parkand in Florida ha paventato l'ipotesi di armare gli insegnanti per evitare altri episodi simili, tristemente ricorrenti negli Stati Uniti. Nella scuola in Florida a sparare è stato un 19enne che ha freddato 17 persone. 

Anche al di qua dell'oceano Atlantico, in pieno centro a Firenze, gli studenti americani che si trovano nel capoluogo toscano hanno alzato la voce e i cartelli: ''No gun Mr Trump'', ''End gun violence'', e ''Enough is enough'' sono alcune delle scritte che si sono levate in aria insieme alle bandiere della pace. La manifestazione è stata organizzata dagli studenti della New York university di Firenze e dalle associazioni Indivisible Tuscany, Statunitensi contro la guerra, e Women''s march Florence,  in contemporanea con quella convocata per oggi a Washington, sede del governo statunitense. Lo stesso avvenne il 21 gennaio 2017, il giorno dopo il giuramento di Trumo, con la Women's march

"Negli UsStato Uniti - hanno spiegato i manifestanti - una media di 96 persone, di cui 7 bambini, vengono uccisi ogni giorno con armi da fuoco. Diciamo no all'epidemia della violenza armata in Usa, e diciamo anche no alle sparatorie omicide e razziste che hanno colpito Firenze nel 2011 e anche recentemente con l'assassinio razzista di Idy Diene, il 5 marzo. Fermiamo la violenza delle armi da fuoco". 



Tag

Siria, Trump: "Tradimento? I Curdi non ci aiutarono durante la Seconda Guerra Mondiale"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca