Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 16 novembre 2019

Attualità giovedì 14 gennaio 2016 ore 17:18

Tre nuovi casi di meningite in Toscana

Una donna di 37 anni è ricoverata all'ospedale S.Stefano di Prato e una di 47 al S.Donato di Arezzo. Il terzo caso è un trentenne di Chiesina Uzzanese



FIRENZE — L'uomo residente a Chiesina è stato ricoverato all'ospedale San Luca di Lucca.

Con i tre nuovi casi registrati oggi salgono a 5 le persone che hanno contratto la patologia in Toscana dal primo gennaio 2016 (L'anno scorso furono in tutto 38). Resta fuori dal conteggio la ragazza grossetana ricoverata al Sant'Orsola di Bologna visto che non è stato chiarito dove sia stata contagiata. 

La donna ricoverata a Prato lavora in una rosticceria ed è il secondo caso di meningite C del 2016 dopo un uomo di 58 di Fucecchio ricoverato a Empoli. Nel 2015 se ne sono verificati 31.

Per la donna ricoverata ad Arezzo è stato escluso che la sua meningite appartenga ai gruppi più frequenti, C e B. Più probabile che si tratti di uno dei ceppi W/Y.

In tutti e tre i casi le aziende sanitarie hanno dato inizio alle operazioni di profilassi con parenti, amici, conoscenti e tutti coloro che sono entrati in contatto con gli ammalati.

Per domani pomeriggio è stata convocata nell'assessorato alla salute una riunione della Commissione regionale per gli indirizzi, le strategie vaccinali e la prevenzione delle patologie infettive, assieme all'Ars, l'Agenzia regionale di sanità.

L'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi rinnova il suo appello a vaccinarsi: "La vaccinazione è la misura più efficace per ridurre il rischio di diffusione delle malattie - spiega l'assessore - assicura protezione per chi si vaccina e riduce la circolazione del batterio. Invito quindi quanti rientrano nelle fasce di età più a rischio a vaccinarsi. Vista l'eccezionalità della situazione, come Regione abbiamo messo in atto misure di profilassi straordinarie e abbiamo deciso di prolungare per altri 6 mesi la campagna straordinaria di vaccinazione".

La Regione Toscana ha proprogato fino al 30 giugno 2016 la campagna straordinaria che prevede l'offerta gratuita della vaccinazione antimeningococco C a tutti i cittadini di età compresa fra i 20 e i 45 anni che hanno frequentato la stessa comunità in cui si è verificato un caso di meningite da meningococco C. Vaccino gratuito anche a tutte le persone, sempre dai 20 ai 45 anni, che vivono nelle aziende sanitarie in cui si è verificato un caso di meningococco C. Per la prosecuzione della campagna straordinaria di vaccinazione, la Regione ha stanziato 3 milioni di euro.

Proseguono normalmente (indipendentemente quindi dalla campagna straordinaria) le vaccinazioni gratuite contro il meningococco C previste dal calendario vaccinale: e cioè la vaccinazione routinaria per i nuovi nati, per i soggetti a rischio come gli anziani o i malati cronici e per tutti i ragazzi di età compresa tra 11 e 20 anni anche se vaccinati in età infantile.



Tag

Sentenza Cucchi, Di Maio: «Salvini dovrebbe scusarsi con la famiglia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità