Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°19° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 17 settembre 2019

Attualità mercoledì 19 dicembre 2018 ore 18:00

Salvini su Peretola, "Più si viaggia meglio è"

Il vicepremier Matteo Salvini
Il vicepremier Matteo Salvini

Il vicepremier Matteo Salvini favorevole al potenziamento dell'aeroporto Vespucci. Nardella: "Vedremo se si passerà dalle parole ai fatti"



FIRENZE — Intervistato da Lady Radio alla vigilia del suo arrivo a Firenze per partecipare ad una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si terrà in Prefettura., il vicepremier Matteo Salvini ha parlato del potenziamento dell'aeroporto di Firenze: "L'Italia ha bisogno di più porti, più aeroporti, magari coordinati l'un l'altro, e penso che l'aeroporto di Firenze non toglierebbe niente a nessuno".

"Dal mio punto di vista - ha detto Salvini ai microfono di Lady Radio- più si viaggia meglio è. Più opportunità di lavoro di business  di spostamento veloce in aereo, in macchina, in treno o in nave ci sono, e meglio è".

 "C'è - ha aggiunto Salvini - la discussione in corso fra pisani e fiorentini" ma per il vicepremier "Un'infrastruttura in più non toglie necessariamente qualcosa a qualcun altro". 

L'intervento del vicepremier sul potenziamento dello scalo fiorentino ha suscitato l'attenzione del sindaco di Firenze Dario Nardella e del presidente della Regione Enrico Rossi.

"Vedremo se si passerà dalle parole ai fatti  - ha commentato il sindaco - perché la profonda differenza di vedute tra i due alleati di governo, 5 stelle e Lega è evidente". 

"E' una buona notizia  - commenta il presidente della Regione Enrico Rossi - perché per quel che mi riguarda ho sempre lavorato per l'ammodernamento del l'infrastruttura fiorentina e della nuova pista nel quadro di uno sviluppo integrato". 

"Vorrei far presente però – continua il presidente - che i problemi infrastrutturali della Toscana non si limitano solo all'aeroporto. È infatti indispensabile definire tempi, modi e finanziamenti per la messa in sicurezza e il completamento delle quattro corsie sulla Tirennica. Inoltre vorremmo anche avere tempi certi per la realizzazione delle terze corsie autostradali sulla Firenze-mare e sulla A1. Attendiamo anche una parola definitiva sul completamento del sottoattraversamento e della nuova stazione per l'alta velocità nel capoluogo toscano. Chiediamo poi certezze sul finanziamento e il raddoppio della ferrovia Firenze-Lucca, a cui la Regione ha già contribuito per oltre la metà del finanziamento pur non essendovi tenuta, e infine gradiremmo una parola chiara anche sul completamento della Grosseto-Siena".

"Come il vicepremier senz'altro saprà, gli stiamo sottoponendo non opere nuove – sottolinea Rossi - ma semplicemente ammodernamenti e adeguamenti che sono attesi da anni e che sono fondamentali per la crescita della Toscana tutta. Su tutti questi temi ho già avuto un incontro con il ministro Toninelli e gli ho scritto da alcuni mesi una lettera con puntuali richieste di chiarimenti senza aver ricevuto per ora nessuna risposta. Voglio sperare – conclude Rossi - che l'attenzione riservata all'aeroporto e le opportune considerazioni che sono state fatte su questo argomento non siano un episodio isolato ma l'inizio di una corretta stagione di rapporti fra governo e Toscana".



Tag

Il bambino caduto dal balcone a Lodi: ecco come Angel lo ha salvato | Video

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca