Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°15° 
Domani 10°17° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità lunedì 19 gennaio 2015 ore 12:45

La Hall of Fame del grande calcio

Servizio di Francesco Sangermano

A Palazzo Vecchio la consegna del premio. Fra i vincitori Carlo Ancelotti, Sandro Mazzola, Stefano Braschi, Giuseppe Marotta, Carolina Morace



FIRENZE — Il riconoscimento è stato istituito dalla Fgci e dal Museo del calcio per celebrare i protagonisti più illustri della storia dello sport più amato dagli italiani. Quest'anno è stato assegnato anche a Diego Armando Maradona come calciatore straniero e a Fabio Cannavaro che però non hanno potuto essere presenti alla cerimonia. Non ce l'ha fatta a venire a Firenze neppure Carolina Morace, la prima vincitrice della sezione del calcio femminile, istituita quest'anno.

Hall of fame alla memoria invece per Ferruccio Novo, Carlo Carcano e Giacomo Bulgarelli.

Alla cerimonia hanno preso parte anche il sindaco Dario Nardella e il presidente della Figc Carlo Tavecchio oltre al ct della nazionale Antonio Conte e al presidente dell'associazione calciatori Damiano Tommasi.

Il premio Hall of Fame viene assegnato da una commissione composta dal presidente dell’Ussi Luigi Ferrajolo e dai direttori delle testate giornalistiche sportive nazionali.

Ma inevitabilmente l'iniziativa è stata anche l'occasione per parlare del campionato di serie A giunto nel week end al giro di boa. E se da un lato Ancelotti ha voluto sottolineare i grandi risultati ottenuti dalle "piccole" citando come esempi "Sampdoria, Sassuolo e Empoli", dall'altro c'è stato spazio per una polemica tutta interna alla Fiorentina col ds Daniele Pradè che ha attaccato senza mezzi termini il capitano viola Manuel Pasqual per le sue richieste sul rinnovo del contratto.

Carlo Ancelotti - Video
Daniele Pradé - Video


Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca