Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18° 
Domani -2°12° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 16 febbraio 2019

Attualità sabato 04 aprile 2015 ore 12:35

Il robot pianta con foglie e radici intelligenti

Unico al mondo "Plantoide" è frutto di una ricerca condotta dall'Istituto Italiano di tecnologia in collaborazione con l'Università di Firenze



FIRENZE — Si chiama "Plantoide" ha il tronco più grande, le foglie più ampie, le radici "intelligenti": si sta evolvendo rapidamente, il primo robot al mondo ispirato alle piante, finora l'unico capace di accrescersi come fanno gli organismi viventi.

In queste settimane sta venendo alla luce il nuovo prototipo, a conclusione del progetto triennale "Plantoid", finanziato dalla Commissione europea con 1,6 milioni di euro e condotto in collaborazione con l'Università di Firenze, l'Istituto di Bioingegneria della Catalogna e il Politecnico di Losanna.

Simile ad un bonsai, il plantoide ha un tronco prodotto con la stampante 3D, foglie che si aprono e chiudono in risposta all'umidità dell'aria. Le radici però sono il suo vero punto di forza.

''Nel nuovo prototipo saranno cinque'', spiega la coordinatrice del progetto Barbara Mazzolai. ''Ogni radice sarà dotata di sensori per analizzare il terreno e sarà capace di muoversi in maniera sinuosa accrescendosi di 2 millimetri al secondo in risposta agli stimoli esterni: lo farà aggiungendo materiale alla punta, come fanno le radici vere per superare la pressione e l'attrito del suolo''.

Presto arriverà anche un software capace di imitare l'intelligenza delle radici. Numerose le applicazioni: dalla bonifica dei suoli inquinati fino all'esplorazione spaziale, passando per una nuova generazione di endoscopi biomedicali.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità