Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 22°32° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 23 luglio 2019

Attualità lunedì 21 luglio 2014 ore 18:40

Profughi, un centro di accoglienza in ogni provincia

Lo hanno deciso Regione, Comuni e Prefetture. Attualmente vivono in Toscana 1400 rifugiati ma altri mille, poco dopo l'arrivo, se ne sono andati



FIRENZE — L'invio di profughi dalla Sicilia è costante: solo giovedì scorso ne sono arrivati in Toscana 270 ed è impossibile prevedere quanti altri ne arriveranno nelle prossime settimane. E' probabile pero' che, con il bel tempo e il mare calmo, i rifugiati si moltiplichino visto che solo in Siria ci sono 2 milioni e 700mila persone in fuga.

Nel corso di un nuovo confronto fra i dieci prefetti toscani, la Regione e i rappresentanti di Anci e Upi, è emersa la necessità di reperire subito un centro di accoglienza in ogni provincia (denominato tecnicamente hub), con capienza al di sotto dei 100 posti, in condizioni di ospitare immediatamente i migranti in arrivo. Dal tavolo emersa anche l’esigenza che sia incrementato il numero delle commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale in modo da assicurare l’esame in giornata delle richieste di asilo.

''E' un'emergenza che sta diventando strutturale - ha spiegato la vicepresidente della giunta regionale Stefania Saccardi - Il governo nazionale ha stanziato finalmente dei fondi ma il problema è riuscire a trovare sistemazioni idonee nel giro di 24-48 ore''.

''Mare Nostrum è un intervento importante che contirbuisce ad evitare che il Mediterraneo si trasformi in un luogo di morte - ha concluso Saccardi - ma la situazione sta diventando critica ed è necessario che certi paesi cambino politica così come che venga raggiunto un accordo a livello europeo''.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità