Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°20° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 17 luglio 2019

Cultura domenica 08 novembre 2015 ore 09:00

L'amore per contrastare i crimini contro la natura

In Consiglio regionale il confronto fra i rappresentanti delle maggiori religioni di tutto il mondo sull'enciclica Laudato si' di Papa Francesco I



FIRENZE — L’amore per la natura come risposta radicale per contrastare “i crimini contro la natura”, una ecologia integrale che passa attraverso “tenerezza, compassione e preoccupazione per gli esseri umani”, senza le quali non ci può essere un “autentico sentimento di intima unione con gli altri esseri della natura”. 

Sono questi i temi centrali dell'incontro realizzato in collaborazione dalla consigliera regionale Ilaria Bugetti, già sindaco di Cantagallo e la comunità religiosa dei “Ricostruttori”, che ripropone i valori del primo cristianesimo in pieno spirito ecumenico. Svamini Hamsananda Giri (Unione Induista Italiana), Losan Gompo Longo (Unione Buddista Italiana), Beniamino Santarlasci (Comunità Ebraica Fiorentina), Guidalberto Bormolini (sacerdote e monaco cristiano), Hamdan Al-Zeqri (Comunità islamica di Firenze) si sono seduti ieri mattina allo stesso tavolo.

“È la prima volta che un incontro di questo tipo avviene in una sede istituzionale - ha dichiarato Ilaria Bugetti in apertura dei lavori - Quella che ci ha lanciato Papa Francesco è una sfida universale, che riguarda tutti e ciascuno deve raccogliere, a qualunque religione appartenga. Quello che inizia oggi è un cammino che dovremo proseguire, perché senza dialogo e confronto non si costruiscono percorsi di pace. E tocca anche alle istituzioni che hanno un grande compito: garantire la libertà a chiunque professi la propria religione”.

L'incontro si è concluso con la performance dell'attrice Elisabetta Salvatori  "Un amore cosmico, i più bei versi d’amore per la natura tratti dalle grandi religioni”, accompagnata dal violino di Matteo Ceramelli

“Una bella occasione colta a due giorni dalla visita di Papa Francesco a Firenze, che arriva a 29 anni da quando papa Giovanni Paolo II venne anch’egli ad incontrare i fiorentini - ha commentato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani  portando i saluti dell’Assemblea toscana - Questo incontro riprende lo spirito della Toscana e di Firenze, che nel suo messaggio più alto, attraverso l’arte del Rinascimento, ha saputo cogliere il senso del rapporto dell’uomo con la natura”. Giani ha fatto riferimento al Concilio di Firenze da dove, dal febbraio al luglio del 1439, partì da qui un messaggio ecumenico, di ricerca di convergenze e, possibilmente, di unità”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Attualità

Cronaca