Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°22° 
Domani 14°17° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 21 maggio 2018

Cronaca martedì 13 febbraio 2018 ore 18:00

Uccide l'ex moglie a coltellate e poi si ammazza

L'omicidio-suicidio è avvenuto stamattina nello studio professionale dove la donna lavorava. L'uomo era stato ai domiciliari per stalking



LIVORNO — Tragedia questa mattina in uno studio dentistico di piazza Attias. Una donna di 45 anni, Francesca Citi, dipendente dello studio, è stata accoltellata a morte dall'ex marito, Massimiliano Bagnoli, 43 anni. L'uomo, subito dopo, si è tolto la vita con la stessa arma colpendosi alla gola e all'addome. La coppia era separata da due anni, con due figlie piccole.

Quando l'omicida-suicida si è presentato alla porta, lo studio era chiuso al pubblico e all'interno era presente solo la donna. Probabilmente Bagnoli le ha telefonato e alla fine è riuscito a convincerla ad aprirgli la porta. Poi il delitto.

A trovare il cadavere di Francesca Citi è stato il suo nuovo compagno di vita: l'uomo aveva cercato pù volte di chiamarla sul cellulare e, allarmato dalla mancata risposta, si è precipitato in piazza Attias insieme a un amico. 

Appena i due sono riusciti a entrare nello studio hanno visto il corpo senza vita di Francesca riverso a terra, in un lago di sangue. A quel punto il compagno della vittima ha allertato i soccorsi e poco dopo i carabinieri, giunti sul posto con i mezzi del 118, hanno scoperto che la luce del servizio igienico era accesa e che la porta era chiusa a chiave dall'interno. La porta è stata quindi forzata e davanti agli occhi dei militari è apparso anche il cadavere dell'omicida.

Massimiliano Bagnoli non aveva mai accettato la separazione dalla moglie e da allora aveva cominciato a molestarla e a minacciarla. Denunciato per stalking, gli era stato vietato dai giudici anche solo di avvicinarsi a Francesca.  Tuttavia aveva perseverato negli atteggiamenti pericolosi fino a quando il tribunale aveva disposto gli arresti domiciliari. Una volta scontata la pena peró Bagnoli aveva ricominciato a perseguitare l'ex moglie. Fino al peggiore degli epiloghi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca