Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 19°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 22 agosto 2019

Attualità domenica 08 novembre 2015 ore 07:20

La prima banchina elettrificata antismog

E' la prima in Europa ed è costata circa 3,5 milioni di euro ed è stata finanziata dal ministero dell'Ambiente, dalla Regione e dall'Autorità portuale



LIVORNO —  Entrerà in funzione alla Calata Sgarallino, nel cuore del porto passeggeri di Livorno, un impianto di elettrificazione delle banchine 'antismog', capace cioè di fornire, da terra, l'energia elettrica necessaria alle navi ormeggiate a banchina che, a motore spento, eviteranno così di rilasciare emissioni di scarico inquinanti. 

L'impianto, già collaudato, verrà inaugurato il 12 novembre prossimo con la fregata della Marina militare Carlo Bergamini. 

"Siamo i primi in Italia, e tra i primi in Europa, - ha detto il Commissario della Port Authority, Giuliano Gallanti - ad aver progettato e realizzato una soluzione infrastrutturale di questo tipo per abbattere le emissioni prodotte dalle navi ormeggiate a banchina. Giovedì 12 novembre inaugureremo l'impianto e per questo ringrazio sin da ora per la collaborazione la Marina Militare, l'Accademia Navale di Livorno e la Capitaneria di Porto di Livorno". 

La realizzazione è costata circa 3,5 milioni di euro - spiegano dall'Authority - ed è stata finanziata per il 60% dal ministero dell'Ambiente, per il 20% dalla Regione Toscana e per la parte residua dall'Autorità portuale.

Grazie a questo impianto sarà possibile alimentare elettricamente le navi da crociera all'ormeggio, con una potenza impegnata fino a 12 MW, alla tensione di 6.600 o 11.000 Volt e con una frequenza di 60 o 50 Hz, con eliminazione delle emissioni. 

"L'impianto - ha spiegato il dirigente Ambiente e Sicurezza dell'Authority, Giovanni Motta - è il primo in Europa di tale potenza dedicato alle navi passeggeri. Il suo utilizzo permetterà lo stazionamento a banchina delle navi a motori spenti evitando di generare emissioni in atmosfera che compromettano la qualità dell'aria nell'interfaccia porto-città".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità