Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità sabato 14 gennaio 2017 ore 14:49

"Aamps è salva, ora c'è chi deve chiedere scusa"

Filippo Nogarin

I creditori hanno accettato il concordato e il Movimento 5 stelle di tutta Italia esulta per il risultato raggiunto dai colleghi livornesi



LIVORNO — Molti gli esponenti del Movimento 5 stelle che si sono complimentati con il sindaco Filippo Nogarin per il risultato raggiunto con il salvataggio della municipalizzata (vedi articoli correlati) primi fra tutti i deputati Manlio Di Stefano e Danilo Toninelli e la sindaca di Roma Virginia Raggi.

 "Un risultato che oggi dovrebbe spingere la vecchia classe politica e molti giornali a chiedere scusa al M5S - commenta attraverso una nota il deputato M5S Manlio Di Stefano - La cura individuata, vale a dire quella del concordato preventivo, è risultata essere quella giusta. Ce l'abbiamo fatta. Ce l'hanno fatta tutti i livornesi".

Il deputato Danilo Toninelli, ha parlato di "Un risultato epocale e meritato".  

"Dopo essere stata ridotta sul lastrico dal Pd - ha aggiunto Toninelli- Aamps è finalmente salva, e lo è grazie al lavoro di risanamento che Nogarin e il M5s hanno portato avanti".

Sulla vicenda è intervenuta anche la sindaca di Roma Virginia Raggi che sul suo profilo Twitter ha parlato di un "Risultato storico" e ha sottolineato come Aamps sia stata "Salvata senza i soldi dei cittadini".

"Chi sosteneva che sarebbe stato un bagno di sangue per lavoratori e fornitori -commenta invece il gruppo consiliare Movimento 5 stelle di Livorno- oggi dovrebbe avere l'onestà intellettuale di chiedere scusa".

E sempre su twitter esulta anche Beppe Grillo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità