Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°16° 
Domani 16°25° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 16 luglio 2019

Cronaca giovedì 14 febbraio 2019 ore 18:15

Brindisi narcotizzante e poi la rapina

Il fatto è accaduto in un negozio di Lucca. La polizia ha arrestato una donna di 32 anni, inchiodata dalle tracce di rossetto lasciate su un bicchiere



LUCCA — E' entrata nel negozio insieme alla figlia con una bottiglia di spumante e ha chiesto al commerciante dei bicchieri per festeggiare il 14esimo compleanno della ragazza, invitandolo a brindare. 

E' stato allora che senza farsi notare, la 32enne ha diluito nel bicchiere dell'uomo una dose massiccia di benzodiazepina, che nel giro di poco lo ha stordito.

Quindi ha fatto uscire la figlia dal negozio, ha chiuso la saracinesca e mentre lo circuiva con avances sessuali ha preso 300 euro dalla cassa e dei gratta e vinci, per poi darsi alla fuga. Il fatto è accaduto lo scorso giugno.

A scoprire quento era accaduto è stata la moglie del commerciante che arrivata in negozio ha trovato il marito in preda al malessere e lo ha portato al pronto soccorso e, dopo aver visionato la registrazione della videosorveglianza, ha chiamato la polizia.

Ad inchiodare la rapinatrice sono state le tracce di rossetto lasciate sul bicchiere dal quale aveva betuto e poi lasciato in negozio, e un piccolo tatuaggio sul polso destro. 

A gennaio scorso la donna è tornata in negozio e ha chiesto all'uomo altri soldi dietro la minaccia di riferire tutto alla moglie. Il commerciante l'ha cacciata e lei è andata via a mani vuote.

Ieri sera la polizia ha rintracciato la donna in un campo nomadi e arrestata. Era già stata condannata per un'altra vicenda del tutto analoga.

La figlia, minorenne, ora si trova in una casa famiglia.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca