Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 giugno 2019

Attualità venerdì 10 giugno 2016 ore 05:00

Il comitato Acqua alla gola si appella a Rossi

Raccolte diecimila firme contro il caro-bollette con lo slogan "Fuori il Comune da Gaia o fuori l'amministratore da Massa"



MASSA — "Questo comitato - si legge nella lettera inviata al presidente Rossi dal promotore del comitato - nasce per contrastare le bollette del gestore idrico GAIA S.P.A . Bollette che superano spesso e volentieri le 200 € in una zona che il tasso di livello di povertà è superato da un 30% di cittadini e con una disoccupazione che sfiora il 50%. Economicamente siamo, per quanto riguarda il reddito procapite, tra i Comuni più poveri d'Italia. Ma anche se non fosse così ,  sarebbe comunque inaccettabile pagare  600/ 700 euro annui 4 volte al di sopra di tutta la media nazionale e a metà di quella Toscana. Noi del comitato Acqua alla Gola - si legge ancora nella lettera - stiamo facendo una raccolta firme con lo slogan "Fuori il Comune da Gaia o fuori l'amministrazione da Massa".  Per ora siamo a 10mila firme raccolte in un mese, ma contiamo di arrivare a 30mila entro la fine dell’ estate a quel punto se la situazione non sarà cambiata chiederemo la sfiducia dell'amministrazione. Visto che dopo i fatti di Firenze - si legge a conclusione della lettera rivolta a Rossi - Lei ha dichiarato che l'acqua deve essere pubblica, chiediamo un incontro con Lei per poterLe fornire un quadro chiaro della situazione vista dalla parte dei cittadini."



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Cronaca