FIRENZE
Oggi 19°31° 
Domani 21°33° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 29 giugno 2016

Lavoro domenica 31 gennaio 2016 ore 18:20

Oil & gas, l'eccellenza mondiale in Toscana

SERVIZIO - GENERAL ELETRIC, OPERAZIONE TOSCANA

Governo, Regione e Ge Oil &Gas Nuovo Pignone hanno firmato un'intesa per creare a Firenze un centro per lo sviluppo di turbine e compressori

FIRENZE — Il nuovo centro sarà realizzato concentrando in Italia tutte le fasi realizzative attraverso una partnership pubblico-privata.  L'operazione, denominata Progetto Galileo, prevede un investimento complessivo di 600 milioni di dollari e vedrà impiegate 500 persone tra ingegneri e figure di elevato profilo professionale, punta ad incrementare del 50 per cento gli attuali volumi produttivi e aumentare il fatturato di 1,7 miliardi di dollari in 5 anni. 

Un altro obiettivo è quello formare una nuova generazione di ingegneri, specializzati sia nella progettazione di alta tecnologia non ancora disponibile sul mercato che nella sua industrializzazione territoriale, con benefici in termini di innovazione e produttività sia per il sistema della ricerca che per quello imprenditoriale.

Il protocollo rappresenta una prima intesa tra tutti i soggetti firmatari ed ha lo scopo di verificare la fattibilità, anche in termini di co-finanziamento, del progetto stesso.

Presenti alla firma il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il ministro Guidi e i vertici della Ge Oil & Gas.

Successivamente potrà essere integrato da ulteriori accordi con altre Regioni e coinvolgere Organismi di ricerca pubblici e privati, PMI e start up innovative.

"Il rapporto tra Toscana e GE Oil & Gas - commenta il presidente della Regione Enrico Rossi - si è rafforzato in questi ultimi anni come testimoniato dai sempre più massicci investimenti dell'azienda e dall'incidenza della propria attività sul Pil regionale, pari al 4,6%. Senza poi dimenticare che GE in Toscana - sulla base di uno studio condotto da Irpet - dà lavoro, tra dipendenti diretti e quelli dell'indotto, a circa 34 mila persone. La collaborazione tra Regione e Nuovo Pignone – GE Oil&Gas si sviluppa infatti su più fronti: da progetti di ricerca ed innovazione, in collaborazione con il sistema universitario e PMI locali, a laboratori congiunti e sperimentali (es. Sestalab), interventi formativi, investimenti produttivi negli stabilimenti di Firenze e Massa Carrara, e fino a piattaforme logistico-industriali come quelle nel cantiere di Avenza, nel retroporto di Livorno e ci auguriamo presto anche nel rinnovato porto di Piombino. L'intenzione di GE di consolidare in Toscana, attraverso il Progetto Galileo presentato oggi, un punto di riferimento mondiale per il settore dell'oil & gas conferma la bontà delle nostre scelte e dimostra la volontà di GE di volersi legare ancor più alla nostra regione, attratta da un contesto accogliente e competitivo, da una forza lavoro qualificata e coesa nonché, mi sia consentito, anche da istituzioni locali credibili ed affidabili".

FEDERICA GUIDI SU FIRMA ACCORDO GE OIL & GAS - dichiarazione
ENRICO ROSSI SU FIRMA ACCORDO GE OIL & GAS - dichiarazione
Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Cronaca

Attualità