Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°24° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 18 settembre 2019

Palio domenica 28 ottobre 2018 ore 11:25

Il sindaco alla Rai parla del Palio di Siena

De Mossi durante la trasmissione
De Mossi durante la trasmissione

De Mossi, ospite della trasmissione 'Italia Si', ha parlato con Marco Liorni e Licia Colò dei fatti di sabato scorso. Come rivedere la puntata VIDEO



ROMA — Il programma Rai 'Italia Si', condotto da Marco Liorni, ha invitato il sindaco di Siena Luigi De Mossi e la nota conduttrice Licia Colò per parlare dei fatti avvenuti al Palio straordinario di sabato 20 ottobre dove, dopo un incidente durante la corsa, è morto il cavallo Raol.

Licia Colò, entrata in onda prima di De Mossi, si è detta contro il Palio di Siena, ricordando che dal 1975 sono morti 51 cavalli. Colò ha chiesto che venga abolito il Palio.

De Mossi ha spiegato perché secondo lui il Palio non va abolito: "Sono il sindaco della città più bella del mondo. Non sono qui per difendermi, perché il Palio non ha bisogno di essere difeso. Il Palio è cultura, tradizione e rispetto per il cavallo".

Al dibattito hanno preso parte anche Rita Dalla Chiesa, Maurizio Coruzzi (più noto col nome d'arte del suo personaggio di drag queen, Platinette) ed Elena Santarelli, moglie dell'ex calciatore senese e contradaiolo del Bruco, Bernardo Corradi.

De Mossi ha sottolineato come il Palio di Siena "sia la tradizione più avanzata per la tutela degli animali. Noi abbiamo una clinica specializzata dove prima e dopo della corsa vengono fatte tutte le analisi. Abbiamo un pensionato a Radicondoli dove i cavalli vanno dopo aver smesso di correre il Palio". 

Il dibattito si è poi spostato sui cavalli che corrono in piazza, che dal 2000 non sono più i purosangue ma i mezzosangue. Da allora, ha detto De Mossi, sono avvenuti otto incidenti.

De Mossi ha poi raccontato dei Contradaioli della Giraffa in lacrime, fuori dalla clinica Il Ceppo, per le condizioni del cavallo Raol.

Liorni e Colò hanno incalzato De Mossi chiedendo, il primo come poter creare ancora più sicurezza per i cavalli, la seconda invece ha chiesto perché intanto non vengono introdotti i cavalli da tiro al posto dei mezzosangue, più robusti ma più lenti. De Mossi ha ricordato come i cavalli che poi potrebbero correre in piazza facciano numerose prove di addestramento affinché "imparino" il tracciato e le sue curve: "Il dibattito è aperto per cercare sempre una migliore salute degli animali - ha concluso De Mossi - ma sul fatto dell'abolizione del Palio il dibattito è chiuso dalla storia".

Il video dell'intervento di De Mossi è visibile cliccando qui. L'intervento con Licia Colò e il primo cittadino inizia dal minuto 31:15.



Tag

Arresti negati per Sozzani (FI): in aula alla Camera è caos

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Cronaca