Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°25° 
Domani 17°25° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 giugno 2019

Attualità venerdì 21 agosto 2015 ore 16:51

Un percorso turistico per scoprire la geotermia

E' la scelta di Enel Green Power per dare l'opportunità a cittadini e turisti di scoprire questo tipo di energia all'interno dell'impianto Bagnore 4



GROSSETO — Come funziona una centrale geotermica? Che tipo di energia rinnovabile è la geotermia? Per rispondere a queste e tante altre domande la centrale di Bagnore 4, entrata in esercizio a fine 2014, rimarrà aperta ai turisti ed ai cittadini. Una sorta di "scuola dell'energia a cielo aperto" grazie a un innovativo percorso turistico che si snoda intorno all'impianto. 

Il percorso si sviluppa prevalentemente all'esterno delle Centrali di Bagnore 4, Bagnore 3 e Bagnore 2, quest'ultima non più in funzione, per una lunghezza complessiva di circa 700 metri, con tre aree attrezzate per la sosta dei visitatori.

La parte interna alla recinzione della centrale di Bagnore 4, collegata a quella esterna mediante un ingresso in sottopasso, conduce ad una particolare struttura metallica sopraelevata rispetto al piazzale dell'impianto, denominata "Passerella Belvedere" della lunghezza di 70 metri che domina la vallata sottostante. 

Tutti i punti di sosta sono dotati di pannelli informativi che descrivono con testi e immagini il fenomeno geotermico, il funzionamento dell'impianto, le sue caratteristiche, i dettagli sugli abbattitori e il suo inserimento nel contesto paesaggistico. 

Si tratta di un intervento di grande livello, realizzato con attenzione all'ambiente sia per il materiale utilizzato con il fondo dei camminamenti in resina e ghiaia e le staccionate in legno sia per l'illuminazione che copre tutto il percorso, ma anche per la pannellatura curata nel dettaglio grafico e dei contenuti. Saranno due le modalità di fruizione: si potrà infatti scegliere la modalità libera senza accompagnatore, sette giorni su sette per tutto l'anno.

La seconda opzione consentirà anche di entrare all'interno della centrale per conoscere nel dettaglio il funzionamento dell'impianto, dalla sala macchine agli abbattitori Amis e di ammoniaca fino all'immissione dell'elettricità in rete e al processo di raffreddamento del vapore o alla cessione del calore per il teleriscaldamento. 

Molto importante la collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Santa Fiora, che ha scelto di inserire questo percorso nell'offerta turistica del proprio territorio, a conferma che la geotermia costituisce una risorsa in termini energetici ma anche ambientali e turistici dell'Amiata.

"Siamo particolarmente orgogliosi - ha detto Massimo Montemaggi, Responsabile Geotermia Enel Green Power - di inaugurare questo percorso turistico che costituisce un vero e proprio esempio di turismo geotermico strutturato: Bagnore 4 rappresenta un'eccellenza a livello mondiale, non abbiamo niente da nascondere e anzi abbiamo scelto la trasparenza totale per far conoscere quanto sia preziosa la risorsa geotermica per la Toscana e per l'Italia. Saremo a disposizione di cittadini, turisti e gruppi per rispondere a ogni loro domanda. Da oggi in Amiata 'Centrale Aperta' non è più un evento annuale ma una realtà quotidiana che costituirà un valore aggiunto per il territorio". 

Bagnore 4 è munita anche di un sofisticato sistema di monitoraggio e tele-diagnostica, in grado di garantire elevati standard di affidabilità e di efficienza. Tutti i materiali utilizzati sono "made in Italy".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca