Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°20° 
Domani 14°21° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 20 ottobre 2019

Attualità sabato 02 giugno 2018 ore 19:04

In marcia contro le armi a Camp Darby

Foto Facebook Tommaso Grassi

Oltre 450 persone hanno protestato davanti alla base USA contro il potenziamento della ferrovia destinata al trasporto della armi



PISA — Sono arrivati da tutta la Toscana i manifestanti che hanno protestato davanti ai cancelli della base statunitense di Camp Darby contro il progetto di potenziamento infrastrutturale della ferrovia che sarà destinata al trasporto delle armi. 

Cinque chilometri percorsi a piedi dai manifestanti partiti dalla chiesa di San Piero a Grado a Pisa, per lo più appartenenti al mondo della sinistra e del sindacalismo di base.

Sul volantino distribuito fuori dalla base si legge: “Per costruire la ferrovia abbatteranno mille alberi. Il fosso dei Navicelli da tempo è oggetto di lavori tra bonifica, ampliamento e dragaggio. Sono soldi pubblici usati, dicono gli amministratori locali, per rilanciare l'economia e nel frattempo i soli a beneficiarne sono i comandi militari Usa che potranno trasportare le armi alla banchina del porto di Livorno loro riservata per il rifornimento di navi da guerra o addette alla logistica"



Tag

Lele Mora alla Leopolda: «Io sempre mussoliniano, sono qui per salutare l'amico Renzi che mi ha invitato»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità