Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 giugno 2019

Attualità venerdì 03 giugno 2016 ore 12:39

Salvato dall'infarto grazie ai colleghi

Il giovane stava lavorando in una ditta farmaceutica quando è andato in arresto cardiaco. Decisivo per salvargli la vita la presenza del defibrillatore



PISTOIA — E' stato salvato dall'infarto grazie ai colleghi e alla professionalità degli operatori della centrale operativa 118, cardiologia, emodinamica un giovane mentre era al lavoro in una ditta farmaceutica di Pescia

La centrale operativa 118 Empoli-Pistoia ha ricevuto dall'azienda una richiesta di soccorso per un giovane in arresto cardiaco. Subito l'infermiera, attraverso l'immediato utilizzo dell'intervista telefonica, si è resa conto della gravità della situazione attivando in codice rosso l'automedica di Pescia e l'ambulanza della Misericordia di Uzzano. 

Nell'attesa dell'arrivo dei soccorsi, l'infermiera ha impartito le istruzioni pre-arrivo facendo effettuare le manovre di rianimazione da parte del personale presente .

Fondamentale la presenza nella ditta di un defibrillatore semiautomatico e di personale formato ed abilitato all'uso. Era la prima volta che accadeva all'interno di un ambiente di lavoro.

I colleghi del giovane, seguendo le indicazioni dell'infermiera Roberta Conti, all'altra capo del telefono, hanno praticato al ragazzo il massaggio cardiaco e poi utilizzato il defibrillatore. Salvando di fatto la vita al loro giovane collega.

Il paziente è stato poi portato al San Jacopo dove il cardiologo, confermata la diagnosi, ha attivato la sala di emodinamica dove lo stesso paziente è stato direttamente trasportato e da qui, una volta effettuata l'angioplastica, in terapia subintensiva dove il paziente è tutt'ora ricoverato. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca