Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°21° 
Domani 10°20° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 23 maggio 2019

Attualità sabato 15 aprile 2017 ore 13:08

Niente macellaio, a Pasqua gli agnelli si adottano

Foto facebook Guardie zoofile Oipa Prato

Non finiranno sulle tavole di nessuno i 21 agnelli e i 5 capretti per i quali le guardie zoofile dell'Oipa di Prato hanno aperto l'adozione a distanza



PRATO — Quei gridi che gli agnellini emettono quando vengono separati dalle mamme non erano più tollerabili. E allora, piuttosto che vederli finire diritti al macello, le guardie zoofile dell'Oipa di Prato hanno pensato che per Pasqua potesse essere il caso di pensare per loro un futuro migliore: da qui è nata l'idea dell'adozione a distanza. 

I 21 agnelli e i 5 capretti fanno parte dell'allevamento di un pastore del territorio pratese e cosa, curiosa, possono essere adottati 'al chilo'. In altre parole, "abbiamo stabilito il prezzo di 8 euro al chilo - spiega Eleonora, dell'Oipa - e abbiamo dato loro dei nomi: quando qualcuno li adotta in tutto il loro peso o in parte, gli mandiamo una pergamena su cui è scritto il nome dell'animale". 

Ora quasi tutti gli agnellini sono sotto svezzamento e devono rimanere con le loro mamme. "Anche per questo abbiamo deciso di organizzare presto un evento in cui chi si farà avanti per le adozioni potrà incontrare il suo agnellino e 'conoscerlo' dal vivo". 

L'elenco completo dei nomi e dei pesi degli animali è sul profilo facebook dell'Oipa di Prato. 

Erano destinati a finire sulle tavole di qualche famiglia o ristorante, invece potranno crescere e diventare adulti. Si tratta di 21 agnellini e 5 capretti che le guardie zoofile dell'Oipa di Prato hanno riscattato dai loro allevatori.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità