Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°33° 
Domani 16°30° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 23 agosto 2017

Cronaca venerdì 19 maggio 2017 ore 17:50

Doppio rifiuto per la scarcerazione di Cagnoni

Matteo Cagnoni

Lo hanno deciso la Cassazione e il Tribunale della libertà. Il dermatologo è accusato di aver massacrato a bastonate la moglie Giulia Ballestri

ROMA — Resterà dietro le sbarre Matteo Cagnoni, il dermatologo fiorentino di 51 anni che nel settembre scorso uccise a bastonate la moglie Giulia Ballestri in una villa di famiglia di Ravenna per poi fuggire con i figli a Firenze. Il Tribunale della libertà ha respinto il ricorso presentato per consentirgli di lasciare il carcere a favore degli arresti domiciliari sulla base di una perizia medico legale sulle sue condizioni di salute.

I difensori di Cagnoni stanno valutando di presentare un nuovo ricorso anche alla Cassazione che però nei mesi scorsi ha già respinto un altro ricorso su un vizio di forma nell'interrogatorio di garanzia che seguì all'ordinanza di arresto, nel settembre scorso.

Matteo Cagnoni è accusato di aver ucciso con dieci bastonate la moglia Giulia Ballestri, 39 anni, al culmine della loro crisi matrimoniale, attirandola con una scusa in una villa di famiglia a quel tempo disabitata. La coppia ha due figli (vedi articoli collegati).

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità