Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 27 gennaio 2020

Cronaca martedì 02 dicembre 2014 ore 16:59

Inchiesta pediatri, i primari tornano al lavoro

Dopo la revoca degli arresti domiciliari le Asl di Empoli e La Spezia hanno deciso di annullare i provvedimenti di sospensione dal servizio



EMPOLI — Erano finiti tra i medici arrestati nell'inchiesta sulla promozione del latte in polvere in cambio di benefit. Ma da oggi, dopo la revoca degli arresti domiciliari stabilita ieri dal gip, i primari dei reparti di pediatria dell'ospedale di Empoli e di La Spezia, Roberto Bernardini e Stefano Parmigliani, possono anche tornare al lavoro.

La Asl 11, relativamente al caso di Empoli, ha comunque provveduto all'apertura di un procedimento disciplinare mentre il dg Monica Piovi ha incontrato stamani proprio Bernardini: "Pur non entrando nel merito della vicenda processuale e confermando, quindi, piena fiducia nell'azione della Magistratura - ha dichiarato il direttore generale - ho raccolto la sua ferma volontà di mettere nuovamente a disposizione dell'azienda le proprie competenze professionali". 

In libertà è intanto tornato anche il dirigente della casa farmaceutica Dmf, Michele Masini. Libero anche Giuliano Biagi, 35 anni, di Massa, agente della Humana Italia al quale però il giudice per le indagini preliminari ha ordinato la misura dell'obbligo di dimora nel comune di residenza.

Respinta invece l'istanza di revoca presentata dalla difesa di Gianni Panessa, agente della Mellin, per il quale il giudice ha ravvisato ancora esigenze cautelari tanto che il suo legale Chiara Bonaguidi ha già fatto ricorso al tribunale del riesame.

In totale sono 18 le persone che finirono agli arresti domiciliari il 21 novembre scorso con l'accusa di corruzione e nei giorni scorsi erano tornati in libertà altri indagati, tra cui dieci medici di base e due informatori scientifici.



Tag

Salvini: "M5s scompare in Emilia-Romagna e in Calabria"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca