Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16° 
Domani 10°19° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 15 ottobre 2018

Attualità giovedì 11 gennaio 2018 ore 18:05

Attore americano accusa Zeffirelli di molestie

Johnathon Schaech

Johnathon Schaech ha raccontato di essere stato pesantemente corteggiato dal regista 25 anni fa. Il figlio di Zeffirelli: "Asserzioni non vere"



NEW YORK — La storia, se vera, risalirebbe addirittura a venticinque anni fa ma il protagonista ha ritenuto opportuno raccontarla ai mezzi di informazione adesso, nel bel mezzo della mobilitazione internazionale contro le molestie nei luoghi di lavoro e, in particolare, nel mondo dello spettacolo.

Stiamo parlando dell'attore statunitense Johnathan Schaech, 47 anni. Nel 1993, quando ne aveva 22, Schaech fu diretto da Franco Zeffirelli nel film Storia di una capinera e, in una recente intervista rilasciata a People, ha raccontato di essere stato molestato dal regista toscano.

"Con la scusa di insegnarmi tentò di sedurmi fin dall'inizio - ha detto Schaech a People - Mi diceva quanto ero bello, che cosa dovevo fare per essere un grande artista. Capivo che voleva altro da me oltre che essere il suo primoattore nel film".

Immediata la replica del figlio di Franco Zeffirelli, Pippo.

"Mio padre dette al signor Schaech la sua prima chance nonostante che Johnathon all'epoca soffrisse di un'ostruzione alla gola che rendeva il suo parlare difficile - ha detto ancora il figlio di Zeffirelli - Per questa ragione, alla fine delle riprese, decise di far doppiare il suo personaggio da un attore inglese e Schaech andò su tutte le furie. Quindi le accuse che avanza oggi hanno il sapore di un fumus persecutionis ma anche di una vera e propria vendetta".

"Sono stupito che il signor Schaech abbia atteso così tanto tempo e scelto proprio questo momento per muovere le sue accuse ora che il Maestro, a causa delle sue condizioni di salure, non può più difenders - ha aggiunto Pippo Zeffirelli - A parer mio è una chiara vendetta nei confronti di Franco Zeffirelli con la speranza di ottenere quella notorietà che la sua carriera di attore non gli ha mai procurato".

"Le asserzioni sugli abusi non sono vere - ha concluso Pippo Zeffirelli - I registi hanno stili diversi e quando hanno a che fare con attori senza esperienza, a volte, sono più esigenti e pressanti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Cronaca

Cronaca