Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°28° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 20 agosto 2019

Cronaca sabato 22 agosto 2015 ore 17:43

Sequestrati 20mila esemplari di triglie e naselli

Sotto sequestro anche tre pescherecci. Controllato un commerciante che non aveva etichettato correttamente il pesce, per lui mille euro di multa



LIVORNO — Nell’ambito di una più ampia operazione di controllo sulla filiera ittica, gli ispettori pesca della guardia costiera livornese, hanno scoperto in una pescheria della città un’abusiva attività di vendita di esemplari di triglie sottomisura, le cosiddette “fragoline”. 

Il quantitativo, di circa 3 chili, è stato sequestrato e in seguito donato in beneficenza, dopo l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria e la certificazione dell’Asl sull’idoneità al consumo. Il responsabile del fatto, il livornese di 51 anni, è stato denunciato.

Altri accertamenti hanno portato al sequestro di ulteriori 30 chili di esemplari di triglie e naselli sottomisura, a carico di tre pescherecci della marineria livornese. Si tratta in totale di oltre 20mila esemplari di piccolissime dimensioni, la cui pesca sotto la taglia minima in età non riproduttiva ha comportato un grosso danno all'ambiente e all'ecosistema marino. Anche in questo caso i comandanti dei pescherecci sono stati denunciati e il prodotto è stato poi donato in beneficenza.

Gli ispettori della capitaneria di porto hanno sanzionato, per un importo di oltre mille euro, un operatore commerciale che esponeva in vendita prodotti della pesca etichettati in modo non conforme a quanto previsto dalla vigente normativa comunitaria e nazionale.

I controlli sulla filiera della pesca continueranno anche nei prossimi giorni, nella cornice dell'Operazione Mare sicuro 2015, a tutela dei consumatori e dell'ecosistema marino in generale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca