Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 giugno 2019

Attualità giovedì 05 marzo 2015 ore 15:56

"Il governo non combatte l'economia illegale"

Servizio di Tommaso Tafi

Duro attacco di Susanna Camusso, arrivata a Firenze per parlare del protocollo sulla tracciabilità della filiera della pelle adottato in Toscana



FIRENZE — L'accordo tra sindacati, imprese e Regione siglato il 23 dicembre e che punta alla tracciabilità della filiera e della manodopera impiegata nel settore della pelle potrebbe fare scuola su scala nazionale. 

Il problema però, secondo Susanna Camusso, che ha partecipato al convegno organizzato dalla Filctem toscana dal titolo "Solo un buon lavoro produce cose belle" è che il governo non sta dando risposte adeguate in tema di lott all'economia illegale. "Per non parlare - ha detto il segretario generale della Cgil - della legge anti corruzione, delle norme fiscali e del falso in bilancio. Il governo della velocità che però di fronte a questi temi raggiunge dei record straordinari di incapacità".

Eppure il protocollo siglato in Toscana poggia su basi interessanti con Regione e sindacati che si sono dati il compito di facilitare i controlli lungo la filiera e di contrastare lo sfruttamento e le contraffazioni.

Dal canto loro le imprese sono pronte a recepire questo protocollo, che non consiste in una semplice autocertificazione. "Fermo restando - ha detto il direttore di Confindustria Toscana, Sandro Bonaceto - che si deve tutelare anche la produttività e la capacità di stare sul mercato". 

Un monito alle aziende è arrivato dal numero uno della Camera di commercio di Firenze Leonardo Bassilichi che si è detto pronto ad espellere le aziende che lavorano in maniera impropria.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca