Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°30° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 25 giugno 2019

Attualità sabato 22 marzo 2014 ore 15:30

Tav, Asor Rosa chiede al premier di fermare i lavori

Il giorno dopo le 19 condanne per i danni provocati nel Mugello dai lavori Tav fra Firenze e Bologna, appello al premier contro il tunnel fiorentino



FIRENZE — Nel corso di un convegno promosso a Firenze dai Notunneltav, il presidente della Rete dei Comitati per la difesa del territorio Alberto Asor Rosa ha dichiarato che ''Matteo Renzi, se lo volesse, potrebbe fermare il progetto del sottoattraversamento di Firenze, su cui ha sempre espresso perplessità''. Secondo Asor Rosa, il cantiere fiorentino per ora è stato fermato dalle autorità giudiziarie ma esistono fondati sospetti sulle criticità del cantiere e dell'opera. ''Si tratta - ha detto Asor Rosa - di uno degli interventi piu' inutili, dispendiosi e catastrofici che l'Italia si trovi ad affrontare''. ''Visto che il presidente del Consiglio sta facendo la spending review - ha detto invece Ornella De Zordo, capogruppo di Perunaltracittà in Consiglio comunale a Firenze - potrebbe fermare questo spreco di denato pubblico''.
I cantieri per la costruzione della nuova stazione sotterranea dell'atta velocità ferroviaria di Firenze e di un tunnel fra la stazione stessa e quella di Campo di Marte sono stati bloccati nel gennaio 2013 da un'inchiesta giudiziaria nella quale sono state indagate decine di persone per traffico illegale di rifiuti, frode e falso in atto pubblico e altri reati. Da allora, a piu' riprese, è stata annunciata la ripresa dei lavori ma ad oggi i cantieri sono sempre chiusi.
Per quanto riguarda invece il processo di appello bis per i danni provocati dai lavori per l'alta velocità nel Mugello, le pene piu' alte (quattro anni e mezzo di reclusione)  sono state inflitte ai vertici del Consorzio Cavet, controllato da Impregilo. La corte ha disposto  anche l'obbligo di bonifica e di ripristino dei luogh e risarcimenti danni per lo Stato, il Ministero, la Regione Toscana e gli enti locali del Mugello. Fra i danni da risarcire anche l'omessa bonifica di alcuni dei 24 corsi d'acqua inquinati dai lavori per la Tav (reati peraltro prescritti).

Enrico Rossi - dichiarazione sullo smaltimento delle terre di scavo
Dario Nardella - dichiarazione su incontro con Asor Rosa per sottoattraversamento


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca