FIRENZE
Oggi -2°12° 
Domani -3°6° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 07 dicembre 2016

Attualità lunedì 21 marzo 2016 ore 18:50

Renzi incontra le famiglie delle vittime

Servizio di Serena Margheri

Il presidente del Consiglio è in Spagna, nel centro di accoglienza allestito per i genitori delle ragazze decedute nell'incidente del bus in Catalogna

TORTOSA — Il premier Matteo Renzi è accompagnato dal presidente catalano Carles Puigdemont. In Catalogna sono arrivati nel corso della giornata anche i genitori delle tre vittime toscane, Valentina Gallo, 22 anni, di Firenze,  Elena Maestrini, 21 anni, di Gavorrano, e Lucrezia Borghi, anche lei 21 anni, di Greve in Chianti. Tutti hanno dovuto sottoporsi allo strazio di riconoscere ii corpi delle figlie, in Spagna per seguire il programma universitario Erasmus (vedi articoli collegati).

"Sono venuto ad abbracciare i feriti e i familiari delle vittime che sono assistiti dall'unità di crisi della Farnesina e dell'ambasciata italiana in Spagna - ha dichiarato Matteo Renzi sul suo profilo Facebook - Ho chiesto alle autorità locali di aiutarci a restituire i corpi alle famiglie il prima possibile. Ma soprattutto ho portato a questi genitori l'affetto e la commozione degli italiani tutti, nessuno escluso".

"La vicenda catalana ci colpisce in modo così profondo - ha scritto ancora il presidente del Consiglio - perchè riguarda sette ragazze così sorridenti e piene di vita che ti sembra impossibile pensarle in un obitorio. L'Erasmus ha segnato diverse generazioni e sembra impossibile morire durante l'Erasmus che è un'esplosione di vita. Un inno alla vita. Forse ci sentiamo così colpiti perchè ci sentiamo comunità molto di più di quello che pensiamo. E il dolore di quei genitori non può esserci estraneo, lontano".

Proseguono intanto le indagini sulla dinamica dell'incidente, forse  conseguenza di un colpo di sonno  o di un malore del conducente del pullman che trasportava gli studenti e che è finito fuori strada. "Mi dispiace, mi sono addormentato" avrebbe dichiarato l'autista al quotidiano spagnolo La Razon.

Una delle studentesse fiorentine che sono tornate dalla Spagna pochi giorni fa ha scritto sul suo profilo Facebook rivolgendosi probabilmente alle famiglie delle ragazze che hanno perso la vita nell'incidente: "Se vi state chiedendo se avete sbagliato a farci partire, posso dirvi che le vostre ragazze erano felici lì. Ogni mattina uscivano di casa entusiaste, lo stavamo facendo perchè volevamo qualcosa di più per il nostro futuro... Quindi no, non avete sbagliato".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità