Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°28° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 20 agosto 2019

Cronaca martedì 26 marzo 2019 ore 15:55

Truffe, arrestato l'ex questore di Firenze

Danneggiavano le proprie palestre per incassare il risarcimento delle assicurazioni. A finire nei guai l'ex questore di Firenze e altri due poliziotti



FIRENZE — Locali imbrattati, macchinari danneggiati e pavimenti scollati: tre ex poliziotti distruggevano le proprie palestre per poi denunciare ed intascare il risarcimento dalle assicurazioni e così rinnovare i locali. Per questo i tre poliziotti in pensione, tra cui anche l'ex questore di Firenze Raffaelle Micillo, e gli ex poliziotti Vincenzo Barbato e Federico Ricciuto, sono stati arrestati e messi ai domiciliari a Roma con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, frode assicurativa e simulazione di reato. Gli arresti sono stati disposti dal gip Flavia Costantini

I danneggiamenti sono avvenuti tra il 2016 e il 2018 in palestre di proprietà dei tre poliziotti ubicate nella zona di via Boccea e in via Prenestina a Roma.

Durante l'indagine gli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Lucia Lotti, hanno accertato che gli indagati dopo il danneggiamento avevano investito "oltre 310mila euro per acquistare nuove attrezzature anche se nei locali della palestra non c'era né  il sistema di allarme né telecamere di videosorveglianza". Tutti gli episodi avevano le stesse modalità. Poi, sempre secondo le indagini, gli indagati rivendenvano anche le attrezzature danneggiate, andando così a percepire un ulteriore guadagno.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca