Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità mercoledì 22 agosto 2018 ore 12:28

Medico e scrittore incanta anche Mogol

Paolo Raugei

Paolo Raugei, angiologo all'ospedale di Prato, sul podio del premio Salvatore Quasimodo. In giuria il figlio del poeta e il noto paroliere di Battisti



PRATO — Alla professione di medico ha affiancato con successo la passione per la scrittura Paolo Raugei, angiologo all'ospedale Santo Stefano di Prato e terzo classificato al Premio Internazionale Salvatore Quasimodo la cui premiazione si è svolta a Rocca Imperiale, in Calabria. Raugei ha conquistato la giuria con il suo romanzo 'La strada per Luderlitz'. Protagonista è appunto un medico eroico arrivato a Luderitz dalla Germania nei primi anni del ‘900, per aiutare la gente povera che lavora in miniera, schiava dei produttori di diamanti, in tentativi di fuga più o meno riusciti.

A premiare Raugei è stato Alessandro Quasimodo, figlio del grande poeta premio Nobel per la letteratura. In giuria anche il celebre autore di canzoni Mogol, noto soprattutto per il sodalizio con Lucio Battisti e poi Giuseppe Anastasi e l’editore Aletti.

Paolo Raugei, si legge in una nota della Asl Toscana Centro, è arrivato in chirurgia all’ospedale di Prato nel ’91. Ha lavorato prima come chirurgo generale e poi come chirurgo vascolare al vecchio ospedale di Prato. Al Santo Stefano è ora in angiologia e si occupa di diagnostica vascolare. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità