Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 17 novembre 2019

Attualità lunedì 29 settembre 2014 ore 11:47

Amianto fra emergenza e falso allarmismo

Servizio di Elisabetta Matini

Ogni anno se ne rimuovono in Toscana 20.000 tonnellate. Esperti a confronto sulla programmazione delle bonifiche e l'informazione dei cittadini



FIRENZE — Non solo a una questione ambientale ma anche un problema di corretta informazione: questi i temi centrali di un convegno organizzato dall'Ispo (Istituto toscano per la prevenzione oncologica) nella sede del Consiglio regionale per fare il punto della situazione in Toscana e individuare nuove forme di programmazione e di intervento. Anche alla luce della legge regionale sulla bonifica del territorio dall'amianto approvata un anno fa ma a tutt'oggi senza regolamento attuativo.

Secondo i dati dell'Ispo, nel 1992 in Toscana erano presenti oltre 2 milioni di tonnellate di amianto, materiale molto usato in edilizia ed estremamente pericoloso per la salute. Da allora, attraverso le bonifiche effettuate da ditte specializzate e regolarmente registrate, ne vengono rimosse circa 20.000 tonnellate all'anno. Poi ci sono gli abbandoni illegali, centinaia di discariche abusive che costellano il territorio e il cui censimento è praticamente impossibile. Di qui l'importanza di fornire alla popolazione una corretta informazione sui rischi connessi all'amianto. Partendo dalla mostra ''Bastamianto'' che rimarrà aperta al pubblico fino al 10 ottobre a Palazo Bastogi.

Gianni Amunni, direttore generale Ispo - dichiarazione


Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca