Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 febbraio 2020

Attualità domenica 25 agosto 2019 ore 15:41

Tartarughe marine, le prime nate e gli altri nidi

Mentre a San Vincenzo sono nate le prime tartarughine, ora si attende per i nidi di Castiglione della Pescaia, Marina di Cecina e Marina di Grosseto



FIRENZE — In uno dei quattro siti toscani che accolgono nidi di tartaruga marina hanno cominciato a schiudersi le prime uova. E' avvenuto oggi, nelle prime ore del mattino, sulla spiaggia di Rimigliano, nel Comune di San Vincenzo (leggi qui l'articolo).

Gli altri nidi sono stati individuati a Castiglione della Pescaia, Marina di Cecina e Marina di Grosseto (leggi gli articoli correlati).

"La zona intorno al nido – ha commentato l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - era stata recintata e messa sotto tutela e sorveglianza grazie anche all'opera di tanti volontari che la Regione, con i suoi tecnici, ha provveduto a formare con incontri che si sono tenuti nel corso dell'estate. Vorrei condividere l'emozione per questa prima schiusa con tutti i soggetti coinvolti: rete dell'Osservatorio Toscano per la Biodiversità, Arpat, tutti i soggetti istituzionali costieri, i Parchi, la Direzione Marittima, le Università, insieme agli operatori delle spiagge, le associazioni ambi entali, le associazioni di categoria, i volontari, i Diving, e ovviamente i turisti".

"La schiusa – ha aggiunto l'assessore – per ora ha interessato circa una quarantina di uova e andrà avanti ancora, almeno nei prossimi 2-3 giorni. Come sappiamo ci sono altri tre siti in Toscana, Marina di Cecina, Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia, scelti dalle tartarughe per nidificare".



Tag

Giù le Vele di Scampia, ecco cosa resta del supermercato della droga più importante d'Europa

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità