Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 24°35° 
Domani 23°34° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 24 luglio 2019

Cronaca martedì 28 marzo 2017 ore 14:38

Maxi-furto a 24 carati, condannato il vigilante

Inflitti quattro anni e mezzo di carcere ad Antonio Di Stazio, la guardia giurata che scomparve con un carico di oro da quattro milioni di euro



AREZZO — E' arrivata la sentenza di primo grado per Antonio Di Stazio, il vigilante che nel luglio 2016 sparì con un carico di oro da quattro milioni di euro trasportato sul furgone dell'azienda per la quale lavorava, la Securpol.  

Di Stazio ricomparve una settimana dopo il colpo ma il metallo prezioso non è stato più ritrovato e la guardia giurata non volle fornire spiegazioni in proposito. Così, qualche giorno dopo, per lui scattò l'arresto.

Oggi è arrivata la condanna a quattro anni e mezzo di reclusione del processo di primo grado, celebrato con rito abbreviato e quindi con uno sconto del terzo della pena. Il giudice ha ritenuto Di Stazio colpevole di furto pluriaggravato con le aggravanti di danno ingente, abuso della prestazione d'opera, destrezza e possesso dell'arma. Il giudice ha anche accolto la richiesta di un risarcimento di 450mila euro in via provvisionale avanzata della Securpol.

I legali dell'ex vigilante hanno già annunciato che impugneranno la sentenza davanti alla Corte di Appello. Nel frattempo, Di Stazio resterà in carcere a Perugia.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca