Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°28° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 17 settembre 2019

Attualità giovedì 22 agosto 2019 ore 17:39

Una pianta giapponese minaccia i torrenti toscani

Alcuni corsi d'acqua del Valdarno sono infestati da una specie 'aliena' che mette a rischio la biodiversità molto difficile da estirpare



AREZZO — C'è un'altra pianta 'aliena' che minaccia la biodiversità dei torrenti in Toscana, in particolare nel Valdarno. Si chiama 'poligono giapponese' perché nipponica è la sua origine e a denunciarne la presenza infestante è il Consorzio di Bonifica Alto Valdarno.

Si tratta di una pianta che "si è insediata in Valdarno da ormai 10 anni. Al momento della sua comparsa occupava le aste fluviali per non più di un chilometro, oggi la sua presenza si è moltiplicata fino a interessare 10-12 chilometri e ha raggiunto concentrazioni straordinarie soprattutto nei comuni di Terranuova Bracciolini e Castelfranco Piandiscò", ha detto Simone Frosini dell'Unione dei Comuni del Pratomagno. 

La presenza della pianta ha costretto a interrompere i lavori di bonifica del torrente Faella, perché "l'unico modo per rallentarne la diffusione è di spostarla quando è in riposo vegetativo". Da qui la decisione di rinviare l'intervento a ottobre e novembre. 

Il problema è serio e "questa criticità - spiega ancora Frosini - dovrà essere affrontata in modo radicale, anche interessando la regione e il ministero".



Tag

Lione, raccolti 109 monopattini dal fiume

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Politica

Attualità